Tuesday, May 22, 2007

VANNA BROSIO " Primo Giorno Di Primavera / IL Vento Suonava L'Arpa" 5° 45 (Variety rec. ,1969)




E visto che si era nominata la leggendaria VANNA BROSIO nei comments ; voilà le copertine ( tratte dal sito ufficiale di VANNA ) del 5° e del 6° 45 giri della cantante-showgirl torinese.
"Il Primo Giorno di Primavera / Il Vento Suonava L'Arpa" è stato ristampato integralmente nei 90s nel cd (ltd. ed.) "Alto Volume vol. 2: 1967-71".
Nella stessa compilation era anche riportato il lato A del 45 giri successivo , vale a dire "Mele Verdi".
" Il Primo Giorno di Primavera" è un'ottima track dove predominano toni malinconici e di tipica "sehnsucht" d'amore (la protagonista, dopo una notte d'amore col suo "lui", torna a casa, e sull'autobus, in mezzo al traffico urbano, vede le nuvole e una primula che la fanno "sospirare" di nostalgia per il suo "amore").
Musicalmente il brano ha un andamento molto PROCOL HARUM ed è impreziosito da cori femminili che contribuiscono a dargli un carattere decisamente onirico.
Sostanzialmente meno incisivo il lato b.

Ricordiamo che VANNA BROSIO aveva inciso il suo primo 45 giri nel 1964 ,with "Come Mio Padre / Sulla Spiaggia Non Si Può".

Ma non è TUTTO!!!

Visto che questo è un covo di fans dell'IMMENSO ALDO BISHCARTI , mi ritorna ora in mente (sempre leggendo la discografia di VANNA sul suo official site) che la Nostra incise nel 1984 la sigla de "Il PROCESSO del LUNEDI'". Titolo: "HO LA TESTA NEL PALLONE /Strumentale (Good Vibes rec.)".

Seguirà l'anno successivo un altro 45 di argomento "calcistico"; aka "DAI CAMPIONE", sigla della trasmissione "Domenica Gol".
Michele Ballerini

(ps: come mi suggerisce l'ultraesperto di beat italiano Ursus : "...comunque la prima incisione della Brosio era "Tu sei come mio padre" e compare in un film "Questo pazzo mondo della canzone" del 1965,dovrei averlo da qualche parte(vi sono anche Lucio Dalla e La Cricca con "Il surf delle mattonelle") URSUS


images tratte da vannabrosio.it

Labels:

66 Comments:

Anonymous Anonymous said...

Diciamolo pure:Bona come il pane!(e quando ce vò ce vò!) URSUS

10:55 AM  
Anonymous Anonymous said...

A proposito:"Il primo giorno di primavera" è molto più nota nella versione dei Dik Dik,arrangiata un pò diversamente(anche lì molto Procol Harum,comunque!) URSUS

10:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ecco!Ho trovato il film del 1965,il titolo vero è "Viale della canzone",mentre"Questo pazzo mondo..."è un'altro dello stesso periodo,stesso autore ma con altri cantanti,la cosa carina è che hanno tutti e due delle scenette a cartoon tra un brano e l'altro,tipo barzellette da settimana enigmistica
URSUS

11:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

ahh ,..avevo visto anch'io qualche anno fa un film (penso su Rete 4 ) che aveva scenette a cartoons tra una song e l'altra, forse era proprio "Questo Pazzo Mondo",anzi ne sono quasi sicuro,.. era praticamente solo una serie di varie canzoni inframmezzate da cartoons,....per "Il Primo Giorno di Primavera" : infatti , ho controllato, gli autori erano LAVEZZI-MINELLONO-MOGOL
Mich.

1:12 PM  
Anonymous Anonymous said...

Ursus ovviamente mi hai anticipato!
Stavo ricordando anch'io la bella "Il primo giorno.." DikDik version.. MOOOLTO Procol harum..il retro mi piaceva molto "Nuvola Bianca"..
Grande triade PETRUCCIO PEPE LALLO !!!
Altro che l'"altra " triade!
C

1:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

..azz, io dei DIK DIK ho solo una raccolta in vinile (penso dei 70s) e il 45 "sognando la california" ma ristampa di Red Ronnie
Mich.

1:42 AM  
Anonymous Anonymous said...

..cmq la decadenza culturale italiana dai 60s ai 90s si vede bene in una semplice constatazione:.....da VANNA BROSIO a PAOLO BROSIO!!!!!!!!!....
Mich.

1:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

Mich non riesco aprire link ricevuto da Stellamas..any suggestion???

4:32 AM  
Anonymous Anonymous said...

..boh, a me il link funziona,...trattasi di una serata dedicata alla seconda generazione "rock demenziale" bolognese,..con anche LINO E I MISTOTERITAL, PROSTATHA (??) e appunto i SORELLA M.etc....riprova o cmq i primi di giugno posterò io tutto l'annuncio here
Mich.

4:44 AM  
Anonymous Anonymous said...

Sulle raccolte dei DIK DIK spesso hanno pasticciato,perchè molte versioni sono rifatte con suonacci molto "modernizzati" e strapompati...bisogna beccare le versioni originali per sentire il vero suono beat,il singolo più raro è sicuramente il primo "1 2 3"/"Se rimani con me" che è anche uno dei migliori
URSUS

5:35 AM  
Anonymous Anonymous said...

grazie Mich..riprovo (hai voglia di provare a mandarmelo via mail? a volte funziona..grazie).

Hai ragione Ursus! io ho un par de singoli e raccolte ma con suoni originals..
Ovviamente ho in cassetta la bellissima "1-2-3" registrata da una trasmiss radio di un ventennio fa di unna radio locale..mi sembra il programma si chiamasse "Piper club"..ma mi sfugge il conduttore..! (hahaha)
C

5:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

..quella dei dischi con suoni "modernizzati" è una delle cose più becere mai viste,...io ho una collezione in cd di GENE VINCENT e un'altra degli ANIMALS "trattate" a quel modo,....due ULTRA-cagate pazzesche,...per non parlare di come certi classici del rock tipo "Jailhouse Rock" etc. vengono liofilizzati in certe trasmissionacce nazional-popolari per far ballare il popolaccio bue /figuranti rai ....tra l'altro non ho mai capito chi cazzo siano quei personaggi del pubblico sempre ospitati nei programmi rai,...cugini di dirigenti rai??..uscieri der Rutelli??....che sottobosco!
Mic.

5:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

..paraculi..

6:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

Si,è gente che viene pagata...non moltissimo,ma comunque se riesci ad essere presente in molte trasmissioni diverse, alla fine riesci pure a racimolare un mezzo stipendio,naturalmente tutto a carico dell'utente abbonato che paga per sorbirsi un sacco di emerite stronzate...conosco il giochino perchè ho un amico che lavora in RAI(un ex teleVOX) e me l'aveva pure proposto,ma per fortuna ho sempre trovato di meglio.
URSUS

7:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

furbi i ragazzi,...e cmq anche i concorrenti dei quiz son sempre gli stessi,...magari con baffi finti
Mic.

9:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ho saputo persino di uno che in diverse occasioni si vestiva da donna,perciò figurati...URSUS

10:43 AM  
Anonymous Anonymous said...

si e' vero..le varie trasmissioni (striscia etc) portano alla luce questo "fenomeno" ma nessuno mi sembra che si scomponga piu' di tanto..

Di tipo diverso e'la lottizzazione delle comparse x i film..una volta nel giro puoi comparire sempre..
C

1:04 AM  
Anonymous Anonymous said...

Per i films comunque credo che sia diverso:il cinema è di per se una finzione,per cui lo si valuta in base a questo...molto peggio è invece dire che si rappresenta la realtà,come in quei programmi della De Filippi o Deusanio e compagnia,mentre si costruiscono delle bufale da quattro soldi. URSUS

2:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

...che pena quelle trasmissioni , stanno creando un'Italia totalmente fittizia e fasulla,...ma cos'era quel "Piper Club"? ...radio live transmission?
Mich.

3:20 AM  
Anonymous Anonymous said...

"Piper Club" era il titolo di una trasmissione radiofonica della torinese Radio Torino Popolare in onda negli anni 86-87 (Giusto?) e condotta da Ursus.
Solo puro e sacro BEAT italiano.
Inutile dire che accanto ai classici (perlopiu' richiesti dagli ascoltatori) veniva proposta una marea di brani e gruppi sconosciutissimi x quanto validi, rarita', aneddoti, biografie etc etc.
Trasmissione cult non c'e' che dire, seguitissima tra gli appassionati vecchi e nuovi del genere.
(da aficionado registrai parecchie puntate su cassette Basf da 60 minuti..che conservo e talora ascolto ancora).
FONDAMENTALE.
C

5:19 AM  
Anonymous Anonymous said...

damn,muy interessante, deve essere stata davvero una cult transmission,...
ps Vanna Brosio è figlia di "un austero antiquario torinese" recitano le cronache,....tra le altre chicche del periodo post-beat /disco segnalo un suo 45 del 1979 più "arrabbiato" (a nome G. BRI.) intitolato "Non Rompere/Instrumental",...e soprattutto un singolo in duo con AUGUSTO MARTELLI del 1977 ("Colpa Di Un Disco"),...come sottolineava Ursus ,.."Come Mio Padre" era nel film "Viale della Canzone" (TULLIO PIACENTINI , 1964 ( o '65))....il disco con AUGUSTO MARTELLI deve essere un must!
Mich.

5:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

si muy importante..parafrasando.."siam tutti figli di piper Club !"..
Augusto martelli e' ancora vivo'?
Mi ricordo che vedevo sempre una copertina forse un po scollacciata (ma forse)di un suo disco "Il dio serpente".
forse era una colonna sonora.
forse me lo ricordo in una trasmissione che cantava "Bon bon gi gi bon bon"..
forse anche lui aveva la permanente..
forse..
quanti forse..
Ma di sicuro le copertine di Fausto papetti piacevanonon solo ai camionisti..
forse..

5:46 AM  
Anonymous Anonymous said...

exactly, anch'io lo ricordo in trasmissioni anni 80,...se non ricordo male fece anche la sigla di "Dallas" e "Bim Bum Bam"
Mi.

7:01 AM  
Anonymous Anonymous said...

Wow!Grande la musica del "Dio serpente" che si chiamava "Shamballà",era un film primi 70 sul genere esotico afro-italico...grazie mille per chi si ricorda ancora di "Piper club",anch'io ho tuttora le cassette,forse ne ho persa una sola...RTP ha chiuso i battenti un paio d'anni fa perchè invece di continuare su quel filone hanno preferito la via commerciale e si sono impantanati come al solito...la gente dagli errori del passato pare che non impari nulla,si va avanti così,ahimè!
URSUS

9:15 AM  
Anonymous Anonymous said...

ho seguito la vicenda di RTP ma sinceramentenon so cosa sia diventata adesso..e' stata assorbita da qualche altro network?

Alla prima occasione scrivero una mia peronal "PiperClub" TOP 20 tratta dalle cassette..cosi' ci rinfreschiamo un po le idee e chi non conosce certi gruppi potra averne notizia dalla fonte piu autorevole (Ursus)

C

2:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

..ho sentito che la stessa cosa è avvenuta in altre città ( I mean la "commercializzazione" di ex emittenti legate a RP),....good, fai la top 20 beat che la pubblichiamo
M.

2:11 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ho spedito copia del manoscritto del libro "Manifesto beat" a GION ex membro dei Balordi (c'è un sito molto ben fatto!) e dovrebbe ripubblicarlo,non so in quale veste...su RTP in anni più recenti (98,99 o giù di lì) ho partecipato anche come cabarettista,su "Ascolta la città",condotta dal dr.Lo Sapio(alias Vito Miccolis)dove impersonavo LA MAGA FATHMA ed il poeta OVIDIO PORTAROGNA.
URSUS

10:01 AM  
Anonymous Anonymous said...

ah yeh, I remember la beat band I BALORDI,..dov'è il sito??...by the way : un altra band assurda che era inclusa in quello "Alto Volume v.2" erano GLI SPAVENTAPASSERI,..si presentavano con dei cappellacci tipo spaventapasseri appunto,...sembra incisero solo un 45 nel 1970 " Volere Bene A Tutti / Bu Ga Boo" ,..parteciparono a un'unica trasmissione tv, "SetteVoci"
Mich.

12:18 AM  
Anonymous Anonymous said...

Il sito dei BALORDI lo trovi linkato su quello dell'Equipe 84 (il primo sito non ufficiale...)gli Spaventapasseri li ricordo appunto a Settevoci,che era presentata dal Pippo nazionale...mi sembra che confluirono poi in un gruppo progressive...genere che io ho seguito solo in parte,di solito di quelle bands apprezzo solo il lato psycho-sperimentale,tutto il resto che fa il verso a Genesis,Yes,EL&P ecc. non mi ha mai interessato.
URSUS

3:37 AM  
Anonymous Anonymous said...

l'indirizzo di GION: gion.gion@tiscali.it
URSUS

3:41 AM  
Anonymous Anonymous said...

..anche a me, le bands prog le sto riscoprendo ora,..quando ero giovane non mi piaceva quell'atteggiamento aulico-professorale",...soprattutto da parte di certa critica musicale pseudo-saccente che incensava solo il virtuosismo strumentale fine a se stesso ( e nelle riviste musicali anni 70 era pieno di quei "soloni saccenti"
Mich.

4:57 AM  
Anonymous Anonymous said...

Io ne vidi molte dal vivo,ai tempi...e devo dire che sia allora che oggi considero eccezionali solo quei gruppi come Area,Perigeo,Balletto di bronzo,Odissea,Celeste,Living music,Aktuala ecc...che aprivano una loro strada verso quel genere,per il resto c'erano molte brutte copie dei già citati Genesis,Yes...peggio ancora negli 80s:Fancy fluid,Aton's et compagnia erano di una moscezza nauseante(figli dei Marillion,che facevano cagare a loro volta!).
Il meglio degli anni 70,per conto mio,è costituito dai nomi sopracitati e dai gruppi tedeschi,degni figli della psichedelia fine 60,come Popol vuh,Ash ra tempel,Faust,Amon duull...negli anni 70 vidi dal vivo anche Franco Battiato:ai tempi uno dei più grandi geni mai visti in Italia! URSUS

7:21 AM  
Anonymous Anonymous said...

anch'io ho svariate cose di kosmische rock tedesco ed erano davvero bands valide,...concordo sui MARILLION, anche a me non piacevano per nulla e il tormentone-hit single dell'85 era veramente noioso,.quasi quanto "Moonlight Shadow" (che rottura!)!!....grande BATTIATO, anch'io ho alcuni dei suoi primi lps,...tra l'altro è uscito recentemente un cd del bassista storico della BATTIATO POLLUTION, GIANNI MOCCHETTI , che ripropone cover di brani dai primi 4 lps,..quelli tra 1971 e '74 , bel dischetto
Mich.

8:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

hahaha! Moonlight Shadow!! Ho rivisto di recente il video!
Non ricordavo il chitarrista..cioe' Avete presento la lagna di pezzo che e'? ed il chitarrista invece indossa i precisi abiti del metallaro (buuu!!) anni 80! canotta nera senza maniche, capigliatura riccia e folta, chitarra Gibson firebird (quella a freccia, molto heavy)e jeans a strisce..! Robe da matti..che gusto..che sia stato tedesco?
Fortunatamente l'han messo a suonare da seduto..perlomeno ha evitato tentazioni acrobatiche alla van halen di JUMP! (che zarraglia ragazzi)
Cristiano

5:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

haha veramente una lagna memorabile,..chi mitizza gli 80s "perchè fa tanto trendy" su certe reti tv plastificate dovrebbe essere messo tutto il giorno per 3 mesi ad ascoltare Moonlight Shadow e KING,...memorabili i pantaloni elastici a righe dei Van halen di Jump,...e pensare che io ho un loro 33 giri, "Women And children First",..l'ho compratro a 11-12 anni
Mi.

5:34 AM  
Anonymous Anonymous said...

..but in tema di "grandi" (??) canzoni anni 80 non si può non segnalare "Rockin' Rolling " di Scialpi,..m'è venuto in mente perchè l'altro giorno sfogliavo un vecchio "Rockstar" e c'era la pubblicità patinata ,...la cosa che m'ha fatto ridere è che un mio compagno delle superiori gli aveva disegnato un fallo sulla faccia con la scritta (rigorosamente in dialetto) : cul rot ,...che dementi eravamo :)

6:13 AM  
Anonymous Anonymous said...

Scialpi era l'idolo di un pittore gay che frequentava il bar di fronte a casa mia:"Oddio!Quanto è bello!"
"Moonlight shadow" era un tormentone e scassava proprio le palle,sorella di Mike Oldfield che però mi piaceva ai tempi di "Tubular bells" ed "Hergest ridge",perchè quando uscì era un tipo di pop sinfonico che andava oltre le solite baroccate alla Emerson(che pizza!)poi l'hanno adottato per "L'esorcista" e ne hanno vendute qualche altro migliaio di copie...ai tempi de l'esorcista giravano un sacco di balle e leggende metropolitane:dicevano che fuori dei cinema c'era una autoambulanza pronta per quelli che svenivano,un mucchio di cazzate!
URSUS

3:06 PM  
Anonymous Anonymous said...

ah yeah è vero, ora rammento, la cantava la sorella di MIKE OLDFIELD,...poi c'erano anche i LIMAHL ..un altro tormentone scassacazzo era "Never Ending Storyyy" , com'è che si chiamavano?? i LIMAHL??
abbasso L'Esorcista W L'Esorciccio
Mi.

12:25 AM  
Anonymous Anonymous said...

"L'esorciccio" è uno dei miei preferiti in assoluto!Banfi e Ingrassia una accoppiata superba,con un'altra grandissima e sottovalutata come Didi Perego!Limal,o come caz si chiamava lui,era un tipo con i capelli dritti bianchicci e la faccia da imbecille,un vero rincoglionito!Ed era anche la colonna sonora de "La storia infinita"...ultimamente lo avevano ripescato in una trasmissione mediaset,tipo "meteore"...
URSUS

3:20 AM  
Anonymous Anonymous said...

Limhal era il cantante dei KAJA GOO GOO , gruppo che ben si confa' alla descrizione di ursus. Il loro successo era "Too Shy" (quella che faceva too shay shay oh sha..shayo uay..bella eh?).
Poi e' uscito dal gruppo e ha fatto "never ending story" da solo..altra bella mxxxa
Cristiano

3:37 AM  
Anonymous Anonymous said...

ELP e bands associate erano una pizza davvero..ma keith emerson mi era molto simpatica quando faceva le sigle di odeon.."Honky tonky..qualcosa " e "odeon rag" mi sempbra come coda del programma..
Right?
C

3:39 AM  
Blogger Michel said...

hehe la descrizione non fa una grinza,..aveva proprio i capelli,...ah yeah, ricordo i KAJA GOOGOO ma non li avevo collegati con LIMAHL,..."Too Shy" era carina ma "Never Ending Story" veramente una rottura allucinante,...almeno quanto la theme song di Rocky di cui dovrei avere addirittura il 45 (ma perchè me lo regalarono.)..MAYNARD FERGUSON si chiamava il cantante? mah!"...un'altra rottura di cui ho il 45 era KIM CARNES "Bette Davis' Eyes"

4:00 AM  
Blogger Michel said...

...i meant "aveva proprio i capelli da rincoglionito" (Limahl)...sì, penso anch'io che Emerson avesse fatto qualche sigla tipo Odeon

4:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

"Odeon rag" era suonata da Keith Emerson!Per l'appunto sigla di Odeon...come tastierista è un mago,ma le uniche cose veramente belle le fece con i NICE(sopratutto il primo LP è un capolavoro)di EL&P io avevo il 45 giri di "Lucky man",che forse rimane l'unico pezzo buono...il resto fa cadere le balle!"Tarkus" credo che sia uno dei dischi più pesanti della storia!All'epoca io preferivo di gran lunga i cosmici tedeschi(già detto!)e tra gli inglesi i Van Der graaf generator,visti dal vivo un paio di volte e non erano per niente barocchi,anzi...tiravano di brutto!Grande Peter Hammill!
URSUS

4:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

yeah ottimi i GONG ( ho 2 lps) e i VAN DER GRAAF GENERATOR (di questi in vinile ho solo un doppio live chiamato "Vital Live" a nome VAN DER GRAAF),..purtroppo non ho nulla di PETER HAMMILL solista ma mi ricordo recensioni di vecchi Rockerilla dove lo incensavano parecchio,..andando più sullo psych-folk a me piacevano e piacciono un casino gli STEPPES
Mich.

6:00 AM  
Anonymous Anonymous said...

Si!Avevano delle cose buone,volendo però risalire alle origini:lo psychy-folk degli ultimi 60 aveva tra i capostipiti i Fairport convention,Incredible string band,i Kaleidoscope(UK,anche gli omonimi USA sono ottimi!)e i Pentangle,poco dopo:Amazing blondel,Steeleye span e Lindisfarne...tutti grandi gruppi,che proiettavano le loro tradizioni verso lidi di sperimentazione e ricerca,aggiungerei pure il francese Alan Stivell che vidi in concerto anch'esso...cose importanti!(altro che concerto del primo Maggio) URSUS

6:38 AM  
Anonymous Anonymous said...

beh grandissime bands, io sono un fan della INCREDIBLE STRING BAND da quando ero un ragazziono e trovai in offerta l'ellepì "Liquid Acrobat As Regards The Air",...ho anche 2 lps dei primi FAIRPORT CONVENTION e "Fog On The Tyne" dei LINDISFARNE (ma in tape),...altra great band molto volkisch UK erano i TREES,..un altro gruppazzo fuori di testa (ma più psychedelico) di cui ho un lp erano i MIGHTY BABY di "Egyptian Tomb"
Mich.

6:57 AM  
Anonymous Anonymous said...

Influenze che i No strange avevano già recepito,tra l'altro,sopratutto nell'LP "Flora di romi"
URSUS

8:50 AM  
Anonymous Anonymous said...

..infatti i nO STRANGE mi piacevano molto per queste influenze ad ampio spettro,..anche i TECHNICOLOUR DREAM ma loro avevano un marcatissimo stile tipo UK psych di fine 60s , tipo OPEN MIND, TOMORROW etc. vedi quel mini-lp che ho , "Pretty Tomorrow",...cmq del vostro primo lp che ho era bellissimo anche il vinile colorato
Mich.

9:19 AM  
Anonymous Anonymous said...

il primo vinile era trasparente,il seguente bianco...mentre "L'universo" è uscito sia nero che giallo.
Il nostro intento è sempre stato di spaziare su tutti i vari aspetti della cultura psichedelica,questo lo si vede già nelle diverse incisioni,ma ancora di più lo poteva notare chi ci vedeva dal vivo,dove gli stessi brani venivano spesso proposti in versioni differenti,con arrangiamenti spesso stravolti e molto dilatati dall'improvvisazione.
Anche per questo vorrei pubblicare i pezzi audio e video che ho nel cassetto,mi auguro presto! URSUS

12:08 PM  
Anonymous Anonymous said...

ah quindi la copia che ho io del 1° lp è la prima ed. perchè il vinile è trasparente,...invece di "Flora Di Romi" non so molto, in che anno uscì?
Mi.

1:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

"Flora di romi"lo registrammo nel 1989 ed uscì alla fine del 90,lì compare la formazione a sei ma c'è ancora Ezzu dietro le registrazioni,perchè furon fatte a casa sua,in aperta campagna:questo sottolinea la tendenza maggiormente folk di cui ti accennavo.
Di quello ce ne sono addirittura tre versioni,una più semplice corredata da una busta disegnata rosso su bianco,le altre piene di inserti autografati a mano dal sottoscritto(tra le due cambia il foglio di copertina,una delle due è multicolore)i collezionisti si sono sempre appassionati a queste cose,per cui oggi li comprano(se li trovano)a cifre notevoli.
URSUS

2:18 AM  
Anonymous Anonymous said...

questo disco proprio non lo conoscevo ma se era "folk tinged" dovrebbe piacermi parecchio
Mi.

3:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

ma esiste una discografia COMPLETA e albero genealogico (formazioni) dei No Strange?
E ti chiedo ancora..mi risulta tu fossi nella prima formazione dei Double Deck Five..giusto? e poi?
Tanx
Cristiano

4:43 AM  
Anonymous Anonymous said...

cazz. esatto, anch'io leggevo l'altro giorno di una line up dei DOUBLE DECK FIVE con Ursus too ,...dacce lumi
Mic.

4:57 AM  
Anonymous Anonymous said...

Su www.indiepop.it ho detto tutto(o quasi!) basta cercare tra le intervisteURSUS

8:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

good,...un'ultima cosa Ursus e poi se parla der Pancozzi,...per la scena torinese: io ho 2 dischi in tape di MIXO (fine 70s- inizio 80s),...è lo stesso che poi fece quella great transmission della quale avevo i vhs,..aka "Rock Revolution" ?
Mich.

12:40 AM  
Anonymous Anonymous said...

Si,Mixo è stato deejay fin dalla fine dei 70...ha suonato anche con vari gruppi,tra cui i Difference,mi pare...è stao anche uno di quelli che ha parlato molto bene dei Nostrange.
Non so cosa faccia ora. URSUS

3:41 AM  
Anonymous Anonymous said...

Well.. Mixo e' ovviamente un nome d'arte. ui fu commesso in famoso negozio di dischi e Dj a radioFlash (ho tutto nell'opuscolo che dovrei sempre inviarti,Mich). Inizio 80 credo abbia fatto qualcosa di danceWave anche col nick "Martin Mixo", poi veri esperimenti (Ursus cita giustamente i Difference con restagno e M.Fontana)..poi non saprei.
Quindi il passaggio in Rai (radio e forse anche TV).
L'ultima volta che l'ho visto era no dei giurati in studio in alcune puntate di Music Farm, e a dire la verita' non e' che ci facesse una gran bella figura..
(se posso permettermi..non si aveva molta simpatia x personaggi molto modaioli e trendy da queste parti..degustibus)
Cristaino

5:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

giusto, penso di avere in tape proprio anche un 45 a nome MARTIN MIXO,...era nella giuria di Music Farm??' oh god!....by the way ieri sera ho visto 10 minuti del "great balls of fire"o come si chiama del Mazzocchi,...oh my god!!!...c'era una tipa bionda che urlava "adrenalinnn" in puro stile Ventur-esaltata,...mamma mia!!!.....per fortuna su rai tre c'era uno special di Paolo Mieli sui rapporti contrastanti Vaticano-regime during the 1920s-40s
Mich.

5:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

ne ho visto un pezzo anch'io..hai visto che minchiata eh?

6:19 AM  
Anonymous Anonymous said...

eh sì, Wild West al confronto era una genialata
Mic.

7:33 AM  
Anonymous Anonymous said...

Azz...Palle d'acciaio non l'ho mai visto!Immagino che mi sarò perso un capolavoro...URSUS

11:07 AM  
Anonymous Anonymous said...

...un capolavoro senza eguali dai tempi dei battibecchi tra FERRUCCIO GARD e Luigi NECCO a 90° Minuto !!!
Mich.

3:03 PM  
Anonymous Anonymous said...

good start

1:38 PM  
Anonymous Anonymous said...

imparato molto

1:44 PM  

Post a Comment

<< Home

Blogarama - The Blog Directory links