Wednesday, October 31, 2007

PAUL COLLINS BEAT " Flying High" (Lucinda rec. /Get Hip reprint, 2007)




E' con affetto che pubblico questa recensione del Wally perchè sono un fanatico di power pop e ritengo i PAUL COLLINS BEAT ai vertici del genere (personalmente ho il primo leggendario omonimo LP , "To Beat Or Not To Beat",ottimo mini del 1983, un live cd con gli YUM YUMS più le registrazioni dei grandissimi NERVES (pre-BEAT, autori, come saprete, della magnifica" Hangin' On The Telephone", portata poi al successo da BLONDIE). So enjoy the review and PAUL COLLINS BEAT in our hearts siempre.(allegate too le copertine di" Rock'n'Roll Girl /You And I" (2° 45 , 1979) e "Don'T Wait Up for Me" (4° singolo, 1980)

MICHEL B.

Pioniere del power-pop a stelle e strisce, ovvero di quel filone rock che a partire dalla metà degli anni ’70 univa all’elettricità d’estrazione punk una predilezione spiccata per melodie ariose e corali e per arrangiamenti espressamente pop, Paul Collins ha attraversato con energia seminale i ’70 prima con The Nerves (nei quali militava anche Peter Case futuro Plimsouls) e poi gli ’80 con i celeberrimi The Beat, dei quali è essenziale ricordare almeno tre capolavori power-pop, The Beat (1979), The kids are the same (1981) e Long time gone (1985).

Nei ’90 Collins fa della Spagna -dove può contare su uno zoccolo duro di fans -la sua nuova patria e dopo alcuni album solisti molto country-oriented come Paul Collins (1992), From Town To Town (1993) e Live In Spain (1997) e Paul Collins (2000) mette a punto una nuova line-up di The Beat forte di ottimi musicisti spagnoli come Gines Martinez (drums) e Carlos Guardado (bass) oltre Octavio Vinck alla lead guitar ed incide nel 2004 per la Lucinda Rec. un album molto ispirato, Flying High che oggi viene ristampato dalla Get Hip di Pittsburgh.

Quasi si stenta a riconoscerlo, con quella pelata e quegli occhiali da manager ma il disco parla chiaro: alcuni episodi resuscitano alla grande l’energia elettrizzante e contagiosa dei Beat, come Rock’n’roll shoes, Helen, All over town, Silly love, che offre un’entusiasmante e ruvida performance chitarristica di Vinck, ma che il tempo sia trascorso da quegli anni gloriosi si sente e Collins dà il meglio di sé in ballate vagamente country-folk, malinconiche e dall’ispirazione pensosa : la commovente Bobby, Afton place, I’m on fire, Will you be a woman, More than yesterday (un mid-tempo da antologia) sono godibilissime e mature prove di un uomo-artista che mette sul piatto tutte le sue emozioni più intime acquistando alla grande in intensità espressiva ed interpretativa.

Suggestioni spagnoleggianti sparse qua e là tra i solchi, e non poteva essere altrimenti, soprattutto nell’uso delle chitarre acustiche ed una Paco & Juan palpitante che pare un outtake dei primissimi Dire Straits: c’è qualcosa di Knopfler anche nella voce di Paul.

Ma è la finale Flying High a nobilitare come nessun’altra song questo disco:” …we could be forever / flying high !”: Paul Collins , la voce rotta dall’emozione, sublima la leggerezza degli spensierati inizi di carriera in una toccante, vissuta e vibrante performance vocale che riesce a stringerti il cuore.

Grazie Paul…ma non farti aspettare !



http://www.paulcollinsbeat.com/

http://www.myspace.com/paulcollins

http://www.gethip.com/


PASQUALE BOFFOLI

Labels:

58 Comments:

Blogger Pasquale ' wally ' Boffoli said...

CIAO !
W THE BEAT ...
grazie Michele ...
Ti assicuro che il disco é bellissimo anche se naturalmente diverso dai vecchi THE BEAT!
che é stà nuova label
WE LOVE POWER POP MORE THAN ALL?
Un'altro dei nostri clubs esclusivi?
Posso iscrivirmici?

2:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

yes, questa è la sezione dedicata al più grande genere di tutti i tempi, il power pop,...appena ritorno un attimo più in forze recensisco un 45 degli SHOES (grandissimi)(se vorrai recensire qualche vecchio 45 power pop u too sarà graditissimo)...ma prima dovrò fare Torino Beat e Tony Face book sennò l'Ursus me rompe er c...
Mic.

3:26 AM  
Anonymous Anonymous said...

Questo è vero,la precedenza spetta a chi attende da più tempo...non conosco bene i gruppi più recenti,ma nel power pop di fine 70 c'erano diverse bands interessanti,all'epoca anche i Knack erano considerati tali e hanno pure sfondato le charts!URSUS

3:44 AM  
Blogger Pasquale ' wally ' Boffoli said...

ho l'album degli Shoes...
quello dei Pop..
poi un'altro grande disco di power-pop statunitense, i 20/20 !
Se vuoi ..

9:23 AM  
Anonymous Anonymous said...

grandissimi SHOES e 20/20!!...e too i KNACK of course
Mich.

12:15 AM  
Blogger Pasquale ' wally ' Boffoli said...

non sottovaluterei neanche THE CARS di Ric Ocasek...nonostante la critica qualche volta li abbia definiti commerciali a mio parere hanno sfornato una serie di dischi ottimi!
Voi che ne pensate?

10:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

concordo, THE CARS from BOSTON erano grandiosi,...ricordo ancora, quando avevo 11-12 anni un loro stupendo concerto trasmesso da Rai tre, quando RaiTre alla domenica verso le 8 di sera trasmetteva concerti tipo MINK DE VILLE (grandissimi), STRANGLERS, BLONDIE, CHARLIE DANIELS BAND etc. ,..non so se vi ricordate
Mic.

10:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

Nell'ondata pop di fine 70 c'era anche un vasto sottobosco con influenze sixties,come nel caso del grande Nick Lowe o di Wrecless Eric(quest'ultimo sparì dalle scene molto in fretta,ma l'album era notevole)e poi non dimentichiamo i mitici FLAMING GROOVIES...per conto mio "Shake some action" è uno dei dischi più belli di quegli anni.URSUS

10:28 AM  
Anonymous Anonymous said...

beh sempre grande Ursus, ritengo anch'io "Shake Some Action" uno dei più grandi dischi della storia,c'erano alcune tracks straordinarie....al bellissimo "Pure Pop For Now People" (versione USA di "Jesus Of Cool")del grande NICK LOWE ho dedicato un articolo tempo fa proprio qui su PopArtx,....quelli erano dischi e CHE CAZZO!...non certa brodaglia indie-veltron-schifaniana di oggi!
Mich.

2:58 PM  
Anonymous Anonymous said...

Per Schifaniana immagino si intenda l'on. Schifani e NON il grande Mario Schifano,pittore pop e ispiratore delle leggendarie STELLE DI MARIO SCHIFANO:anche quelli erano memorabili,sia pur su un versante più impegnativo...io ho sempre pensato che nella musica,come nell'arte in generale,non ci debbano essere schemi imposti,ma che ci sia spazio per tutti i linguaggi,purchè siano linguaggi autentici e provenienti dal cuore...infatti mi dispiace constatare che molta roba che si fa adesso è frutto di calcoli commerciali(che poi manco rendono,tra l'altro!)e che ci sia tutta questa pretesa di incarnare l'avanguardia(invece si scopiazza impunemente e pure male!)così come sento i cantanti italiani attuali che hanno tutti queste voci da moribondi,sembrano tossici all'ultimo stadio(tipo Negramaro,Tiromancino e caccole varie)ma che fanno?Le pere di conegrina? URSUS

3:26 PM  
Anonymous Anonymous said...

Ridateci CLAUDIO VILLA

3:14 AM  
Anonymous Anonymous said...

..grande il pezzo delle STELLE DI MARIO SCHIFANO su "Oracolo",...i TIRO MANCINO??? non conosco e non voglio conoscere,...i NEGRAMARO???? e chi sono???mai sentiti e mai coperti come direbbe ZANARDI ,.....CLAUDIO VILLA as the only punk rocker in town....GRENADA GRENADA OLE'
Mich.

4:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

sulla sua lapide ha fatto scrivere:
"VITA SEI BELLA
MORTE FAI SCHIFO"

eh?

5:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

...me lo ricordo in una foto che guidava la moto e dietro aveva HORST TAPPERT alias DERRICK, suo amico
Mich.

8:08 AM  
Anonymous Anonymous said...

C'era una copertina bellissima del reuccio con sombrero messicano e baffoni,con sopra scritto VIVA VILLA...ovvia la citazione al Pancho de la revolucion,W ZAPATA! W ZORRY KID! alè alè!
URSUSdelavegaygutierrezyfelipeybatiston

11:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

Villa e Derrick son gia poi una strana accoppiata..
C

4:10 AM  
Anonymous Anonymous said...

sulla moto del Reuccio facevano un figurone, sembravano i 2 di Easy Rider
Mich.

4:13 AM  
Anonymous Anonymous said...

identici,immagino...

6:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

L'LP de LE STELLE lo trovai anni fa nello stesso studio in cui fu registrato nel 1967,tirato in poche centinaia di esemplari è sicuramente uno dei dischi più rari e ricercati del panorama italiano,nell'ambiente collectors può arrivare a qualsiasi cifra...ma lo avevano ristampato sia in CD (la Mellow di Genova)che in vinile (la Akarma) non so se si trovi tuttora.URSUS

11:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

...w VILLA,...ok per il forum,...intanto prestissimo "new world" online
Mich.

3:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

OK,ma ci sono anche molti brani in italiano,ad esempio "L'universo" in alcune versioni molto rielaborate...dal vivo ci affidavamo spesso all'improvvisazione pur avendo delle basi molto studiate,tanto che alcuni brani risultano assai diversi dalle versioni discografiche.URSUS

9:00 AM  
Anonymous Anonymous said...

pure io preferisco i pezzi in italiano,GLI OCCHI mi piaceva moltissimo,ce l'avete???
EMILY

4:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

pensa te , un mio amico ha appena preparato "New World" e "Gli Occhi",..nei proxx giorni le pubblico
Mich.

5:07 AM  
Anonymous Anonymous said...

Questo è come un programma di dediche,mi ricorda un film con Montesano che telefonava:"Che ce l'avete bella senz'anima???" Dedico GLI OCCHI a tutte le donne del SUD,quelle proprio veraci! URSUS

12:04 PM  
Anonymous Anonymous said...

ahooo , "che ce l'avete" 'na canzone anche de STEFANO SANI???....nun emporta er titolo!!!
ps: ma perchè er LUCA SARDELLA non è più en Rai???..che sia stato entercettato pure Lui???
Mich.

2:15 PM  
Anonymous Anonymous said...

Siete dei grezzi..
Io dedico "SCRIVIMI" di N Buonocore a tutta la mia famiglia,ai miei amici e compagni della terza b (delle medie)
C

1:00 AM  
Anonymous Anonymous said...

dammn questa di NINO BUONOCORE non la ricordo,...io dedico "Simpatia" e "Ciao Mare" dell'ORCHESTRA SPETTACOLO CASADEI a tutte le pensionate dell'Emilia Romagna.....vai col LISSIO!
Mich.

1:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

"Grazie tante" di GIORGIO GABER (cover di "Glad all over" dei Dave Clark 5)la dedico alla gratitudine di Riccardo Scanna e degli altri talian beats,per l'eccellente intervista che hanno rilasciato alla cantinadel rock...non voglio insistere sul fatto,ma sono veramente deluso.Un bacione a Ninfa che invece è stata carinissima,come sempre.URSUS

1:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

Fottitene Ursus, noi sappiamo chi ha fatto chi.
C

5:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

Io ti dareiii
tu quello che vuoiii
ma tu non chiedi mai
tu solo daiii.
e sei la mia simpatia simpatia (ah-ah) simpatiaaaaaa..
iol tuo sorrisoe' una canzone
su quel musettooo
acqua e saponeeee...

la so tutta! avevo il 45 perche' da piccolo suonavo la tromba!
C

5:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

Io ti dareiii
tu quello che vuoiii
ma tu non chiedi mai
tu solo daiii.
e sei la mia simpatia simpatia (ah-ah) simpatiaaaaaa..
iol tuo sorrisoe' una canzone
su quel musettooo
acqua e saponeeee...

la so tutta! avevo il 45 perche' da piccolo suonavo la tromba!
C

5:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

un testo fantastico, non ce n'è per nessuno,...but non ho capito sta storia d'Ursus,...che è successo???
Mich.

6:17 AM  
Anonymous Anonymous said...

L'avevo già scritto sul blog di Tony,niente di grave,solo che c'è gente che ha dei vuoti di memoria e che parla di rinascita del beat italiano senza neppure citare una sola delle compilations da me curate,vabbè una amnesia può capitare...poi c'è un altro che ha avuto dal sottoscritto nastri e registrazioni introvabili di gruppi come ASTRALI,TEMPLARI e FANTOM'S e fa finta di non conoscermi...ebbè,sono crisi che capitano,magari hanno battuto la testa,chissà...URSUS

1:04 PM  
Anonymous Anonymous said...

pastiglie al fosforo ci vogliono,rinfrescano la memoria
EMILY

11:53 AM  
Anonymous Anonymous said...

pesce,molto pesce!!
Joe

3:19 AM  
Anonymous Anonymous said...

U pisci in culu

3:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

Cris è il solito sporcaccione,anche quando non si firma si capisce il suo stile pecoreccio,porcone!
URSUS

12:20 PM  
Anonymous Anonymous said...

Si,però stavolta ha ragione!
Che gente del cazzzzzzo
Joe

3:06 PM  
Anonymous Anonymous said...

Ursusdursus non e' pero' che tutte le volte che c'e' un "anonimous" debba x forza essere io..!
Cristianonimousssss

1:43 AM  
Anonymous Anonymous said...

Eh,ma ti ho beccato parecchie volte!
Secondo me,da Tonyface sopratutto,c'è anche Oskar che si nasconde...eh si!
URSUSdiabolicus

4:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

E anche altri..hai ragione.
pero' tu sei convinto di beccarmi ma magari...
CristianusSfuggentes

6:21 AM  
Anonymous Anonymous said...

Il nuovo DORELLIK è Cristiano,lo sappiamo!
"Arriva la bomba,che scoppia e rimbomba...ah,ah,si tratta di me...dai regiti forte che spacco le porte..."
bel pezzo,grande film di culto con una incantevole Margaret Lee!
URSUScinefilus

7:41 AM  
Anonymous Anonymous said...

haha!! Grazie ursus ma io al massimo posso fare Ridolini versione febo Conti.
Cristianus realisticus

8:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

Benissimo,io farò PAPPAGONE!
Ve lo ricordate il mitico personaggio creato da Peppino De Filippo?Forse eravate troppo piccoli,ma ne hanno ristampata una bella rassegna pochi anni fa. URSUSfeticisticus

12:17 PM  
Anonymous Anonymous said...

EQQUEQQUA!!!
Diceva Pappagone!!
CristianusPartenopeus

1:05 AM  
Anonymous Anonymous said...

La carta d'indindirindà
EMILY

4:47 AM  
Anonymous Anonymous said...

Quella è storia,altro che balle e reality!
Joe

5:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

..sempre in tema di anti-reality,..un altro grande telefilm che guardavo era ARSENE LUPIN,...ambientato negli anni '20, ora non ricordo il nome dell'attore, era francese of course
Mich.

5:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

Che figata! mi ricordo la musica della sigla e l'attore ma non so il nome!
C

7:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

trovato, era GEORGES Déscrières,....la prima serie telefilm è del 1971-74,...mentre il personaggio da feuilleton fu creato da MAURICE LEBLANC nel 1905 ,...il primo libro fu "Arsène Lupin Gentleman Cambrioleur" (1907),...il secondo, parodico, "Arsène Lupin Contre Herlock Sholmès" (1908)
Mich.

11:39 PM  
Anonymous Anonymous said...

Sui fumetti di Alan Ford,invece,c'era ARSENICO LUPON,molto galante e un poco ladron.
URSUS

4:14 AM  
Anonymous Anonymous said...

è vero , ...era un damerino tipo attore anni 30 ma , in realtà, era un travestimento ,era un vecchietto pelato
Mich.

5:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ursusdursus?

5:32 AM  
Anonymous Anonymous said...

Pelato sarai tu,io(a parte un pò di stempiamento al centro)i capelli li ho ancora!
Invidia,eh???
Sono l'erede di Cesare Ragazzi
URSUScesaronix

11:28 AM  
Anonymous Anonymous said...

Immagino che dopo queste disquisizioni su Dorellik e Pappagone etc. il Wally Boffoli sia annichilito e pertanto non si sente più
Joe

2:48 PM  
Anonymous Mich said...

hehe in effetti immagino che il Wally si incazzi a vedere accostati sacro e profano BUT soon altre reviews sue qui tra cui l'ultimo album del leggendario JULIAN COPE from Liverpool, do u remember the TEARDROP EXPLODES? ottima band
Mich.

10:41 PM  
Anonymous Anonymous said...

Non vedo l'ora di AVERE quell'album Mich. Pare che sia un grandissimo ritorno!!!
Ci mancava il buon vecchio St.Julian.
CheIddio lo renda immortale.
C

1:16 AM  
Anonymous Mick said...

infatti, da come ne parla il Wally sembra cool, sempre grande JULIAN
Mich.

3:55 AM  

Post a Comment

<< Home

Blogarama - The Blog Directory links