Sunday, November 22, 2009

THE TRIP FOTO INEDITE 1969


Et voilà 2 splendide immagini d'époque inedite dei leggendari THE TRIP , seminale prog band italo-britannica . Il file è stato inviato ad Ursus dal batterista della band ( ex LE TESTE DURE, altra great band) , PINO SINNONE.
Entrambe le foto vennero scattate al locale "La Bussola " di Alassio nel 1969. Fantastiche!

239 Comments:

Anonymous URSUS said...

QUESTA E' STORIA,qui erano nel periodo psycho...come dice mio fratello,testimone oculare,tastiera e chitarra giravano molto sullo stile dei Blossom toes e Nice (ma lo si nota molto anche nel primo album,strepitoso!)
Pino Sinnone è ancora attivo come batterista,impartisce lezioni ai giovani e ogni tanto si fa qualche rullata con vecchi amici e reduci del pop-beat-prog ecc...
GRANDE PINO !

1:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

Grandi!! Ursusse come al solito enciclopedico!!

Rilancio consigliandovi, giovani, Billy NIcholls e album "Would you believe"
buona settimana
C

3:42 AM  
Anonymous Anonymous said...

oggi tutti persi nella nebbia

5:58 AM  
Anonymous URSUS said...

Cri,ma non ho ancora capito quando Tony viene a Torino a presentare il libro...

5:59 AM  
Anonymous URSUS said...

QUI C'E' IL SOLE adesso

5:59 AM  
Blogger Michel said...

but Ursus , i TRIP all'inizio erano mica una band beat "imported" tipo RENEGADES o PRIMITIVES?? make us know u expert of beat

6:11 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ursus, sara' l8 dicembre al basaglia. segue serata MOD in memoria di Alex (rip).
ore 19
c

7:45 AM  
Blogger Michel said...

qual'è Alex?....Ursus, un'idea di marketing, perchè nel prossimo concerto non ti metti una barba bianca posticcia come OMAGGIO al Maestro MARIO CAROTENUTO ne "L'Infermiera di Notte" ???

8:10 AM  
Anonymous URSUS said...

I TRIP avevano Pino Sinnone da Torino e Joe Vescovi da Genova,ma gli altri due erano inglesi...inoltre in precedenza contavano alla chitarra nientemeno che Ritchie Blackmore,presto tornato in UK a formare i Deep Purple.

9:31 AM  
Anonymous Anonymous said...

Alex e' stato uno dei primi Mod di Torino. e' mancato giusto due anni fa
C

12:11 AM  
Blogger Michel said...

mi dispiace,...sì, right Ritchie Blackmore, un altro si chiamava Vescovi right?

12:50 AM  
Blogger Michel said...

...l'avevi già scritto, sorry,appena svegliato, cmw uno dei miei lp preferiti è British Psychedelic Trip della BAM CARUSO, i TURQUOISE di saynia eran grandiosi

12:55 AM  
Anonymous Anonymous said...

e degli EYES che mi dite??
fantastici!!
C

2:28 AM  
Anonymous URSUS said...

Joe Vescovi l'ho conosciuto in alcune convention del disco,infatti...in quanto a Blackmore sembra quasi che della sua attività in Italia(sia pur breve)se ne vergogni,visto che non l'ha mai citata in nessuna intervista o biografia:c'è da augurarsi che sia solo distrazione,altrimenti sarebbe un bel PICIU (come diciamo noi).

2:32 AM  
Anonymous Anonymous said...

e' un bel piciu
come dico anghe io
C

3:48 AM  
Anonymous URSUS said...

Infatti lui cita tutti gruppi surf di cui fece parte nei primi 60,ma del periodo tra il 67 e il 68 VUOTO TOTALE...benchè lo sappiano tutti che stava con i TRIP e accompagnava RIKI MAIOCCHI,passa direttamente ai Deep Purple saltando la parentesi italiana.
Si sa che gli inglesi sono sempre stati sciovinisti,infatti chiamavano certi gruppi "Spaghetti-rock" in senso spregiativo,lo stesso succedeva con i tedeschi per cui coniarono il termine "Kraut-rock" (i tedeschi sono stati molto auto-ironici e lo hanno accettato,infatti),io ricordo un'articolo inglese sulle tournee di ORME e PFM negli anni 70 dove si diceva:"Spaghetti,pizza e mandolino,ma non parliamo di rock dall'Italia,per favore...".
I soliti luoghi comuni,mentre oggi vedo molti musicofili inglesi che si meravigliano della validità di certi gruppi nostrani...
NO-STRANI (capito l'antifona ?)

Cris,ti ho avvertito MOLTO prima questa volta,perchè se non vieni manco allo UNITED non sai cosa potrebbe succederti.

4:00 AM  
Anonymous URSUS said...

JOE VESCOVI è nato a Savona,non a Genova...pardon.

4:05 AM  
Blogger Michel said...

...è vero i Germans hanno dovuto convivere per decenni con lo stereotipo del "tedesco nazista" ecc. (come noi dell'italiano fascista o mafioso,...quando la povera gente italiana , ad es., ha solo subito soprusi di mafie etc.) e l'hanno presa with Irony,quindi rispetto a loro ...a me piacciono anche gli americani , gli irish e gli scottish , sono buona gente,...amo la Francia ma certi francesi invece (non tutti), sono un pò troppo sciovinisti,...degli inglesi che ho conosciuto non ho una brutta opinione, after all ,..

4:57 AM  
Anonymous URSUS said...

Neanche io nutro pregiudizi sulle nazionalità,anzi...mi sento cittadino del mondo.
Però è indubbio che spesso gli inglesi si sentono unici depositari del "verbo rock"...il che non è neanche corretto,perchè se dovessimo risalire alle origine allora dovremmo parlare degli USA anzitutto.
Ma poi una cultura che ha ormai quasi 60 anni non può che dirsi INTERNAZIONALE,tanto più che in ogni paese dove si è diffusa ha avuto un percorso particolare,sempre legato alle origini di quei luoghi e l'Italia non fa certo eccezione.
Ritchie evidentemente ha un po' la puzza al naso...benchè io ritenga i primi tre album dei DEEP PURPLE (ancora senza Gillan)dischi splendidi,ottimi esempi di psycho-rock britannico prima della svolta hard-metallara(c'è a chi piace pure quella,ma io non la digerisco).

5:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

Una sera del 2004 ho suonato con Ian Paice! e poi ha raccontato certe cose di Blackmore, che E' precisamente la rockstar capricciosa che sembra. Ma con l'Italia ha un rapporto particolare, è appassionato di ville e castelli medievali e rinascimentali del nostro paese. Negli anni 90 e primi 2000 lo si poteva trovare in queste location a suonare con la moglie (si chiamavano Blackmore's night e suonavano roba che ti fa 2 palle così garantite), vestiti da elfo, menestrello etc etc...

pibio

10:52 AM  
Anonymous URSUS said...

Si,avevo sentito qualcosa:una sottospecie di folk bretone ma molto all'acqua di rose,noiosissimo...la moglie è una gran bella bionda che avrà almeno 30 anni meno di lui,per questo non fa più il metallaro cattivo,si è redento.

12:42 PM  
Blogger Michel said...

parlando di GB vi consiglio un grande film inglese arrabbiato,"Life Is Sweet" del 1990 con una tipa incazzatissima, lo vidi anche in tv anni fa (mi sembra su TMC) ,stranamente ora, a parte Ghezzi , ma a orari proibitivi, questi film non li trasmettono più

12:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

come sapete io ABORRO Blackmore e tutta quella feccia,folletti e minchie..
Ian Paice e' di casa qui a Torino, viene spessissimo e suona con quelli del giro "60/70",che prob ursus conosce..x gli altri..una cover merd tribute band che da anni spopola in zona facendo a quelli come me due coglioni cosi..
Cmq l'ho incontrato al manhattan,fatto un par di autografi x gli amici, simpatico e affabile (ma sempre Deep Purple merda!..Io salvo solo il primo, manco il secondo o il terzo,ursussse)

C

1:01 AM  
Blogger Michel said...

sì però è vero, le prime cose dei DEEP PURPLE tipo 2Hush" erano grandiose

1:08 AM  
Anonymous Anonymous said...

a me non piacciono neppure quelle. Gliel'ho anche detto a Ian Paice, che mi ha risposto "bè, questo è un problema tuo..."

pibio

2:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

il primo a me piace molto! HUSH era una cover ma molto figa ,poi one more rainy day, la versione di help ecc
ma il resto puo' bruciare sulla pira
C

3:34 AM  
Blogger Michel said...

eh sì , i PREDATOR erano tutta un'altra cosa haha

3:50 AM  
Anonymous URSUS said...

Il primo è sicuramente molto POP con spunti psichedelici ("Mandrake memorial")ma anche THE BOOK OF TALIESYN e DEEP PURPLE hanno grandi pezzi,però lì siamo già sul trip hard-psycho alla BLACK WIDOW o HIGH TIDE:gruppi per me stratosferici,ma che si apprezzano solo con ascolti molto infarciti di storie personali,io personalmente li ascoltavo quando avevo 10-11 anni per cui li nutro da una vita.
Per me il problema più grosso dell'HARD ROCK canonico (peggio ancora del metal)restano LE VOCI...come già dissi Gillan ha inaugurato un modo di cantare che non mi è mai piaciuto:solo di potenza vocale,acuti e ZERO espressività...preferisco una voce bassa,magari anche vagamente stonata piuttosto che un urlatore della minkia.
A me non piace nemmeno Robert Plant e penso che se il primo dei LED ZEPPELIN lo avesse cantato Keith Relf sarebbe un disco di rock-blues magnifico,ma così non reggo neppure quello.
Infatti non ho risposto ad un BESTEMMIATORE su facebook che mi votava UNO per la voce di Relf e DIECI per quella di Plant,sulla base delle due versioni di "Dazed and confused"...per me gli YARDBIRDS sono sacri,mentre dei Zeppelin salvo solo i brani strumentali acustici,il resto mi scassa troppo i marroni:tecnicismo puro e poca anima.

3:50 AM  
Blogger Michel said...

...però Cristiano e Ursus , non barate,....sappiamo tutti che sul giubbotto di pelle alla Sid Vicious avevate la spilla dei SAXON (haha)

5:25 AM  
Blogger Michel said...

cazzzz! ve li ricordate quelli che avevano la spilla dei Saxon??...per sentirsi dei "cattivi" con le fighette??? haha ,che tempi erano,....vabbeh, alla fine, ripensandoci, sempre meglio di quelli con la spilla "meno male che scilvio cìè"

5:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

ursus mi hai tolto le parole di bocca!! ma forse ne abbiam gia' parlato..io detesto sia Gillan che Plant!!

pero' ammetto che avevo il giubbo di jeans senza maniche con le borchie con la scritta Saxon..
madddoooveee?????
no no no..
piuttosto i PREDATOR!!!!!!

C

5:57 AM  
Anonymous URSUS said...

Se vedo uno con scritto "Meno male che Silvio c'è" non so quale potrebbe essere la mia reazione,finora non mi è successo...rabbrividisco solo al pensiero.
Addirittura potrei arrivare a rimpiangere quei "sani" tamarri di una volta con i camperos e gli occhiali a specchio,cinturone borchiato e Ted Nugent sulla canottiera (il petto peloso si deve vedere).

9:03 AM  
Blogger Michel said...

hehe of course, il petto peloso è un must anzi un opcscionall ,...e anche la lingua in fuori alla AC/DC,....mi ricordo che una volta uno di questi "cattivi" rinsaviti improvvisamente e diventato "fighetto" voleva rifilarmi un lp dei Venom,...l'ho portato a casa per "provarlo",...il giorno dopo gliel'ho riportato indietro commentando "ma va a daa via al cuuul"!!

9:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

subdoli sti metallici eh?
ma mica fessi siamo!

metal+anni 80+germania credo che sia il peggio del peggio del peggio..

haha!! Ursus..i camperos! quelli con la punta quadrata e la fibbia laterale..dio che schifo!!
C

12:13 AM  
Anonymous URSUS said...

metal+anni 80+germania

ti riferisci agli Scorpions ?
Mamma mia,che orrore !!!

3:57 AM  
Blogger Michel said...

...oh my god gli Scorpions!..e poi cazzo c'erano anche quegli altri,...con quel nome che ora non mi viene, molto osannati dalla critica romana "rock-prog-assoli correct",tipo "Vendiamo due Ammmplifficatori ai Cazzari che ci Ccredono"....come cazzo si chiamavano? ...ah yes, i Def Leppard

4:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

ragazzi ho il voltastomaco..gia' tollero poco i tedeschi..se poi son metallari e degli anni 80 mi suicido!!
C

6:11 AM  
Anonymous URSUS said...

A me invece piacciono Marlene Dietrich,NICO,Barbara Bouchet,Renate Knaup(Amon duul 2)ROSI(Ash ra tempel,Karin Schubert...adesso non me ne vengono in mente altre,ma ci penserò.
Negli anni 80 però c'era anche quella di 99 luftbaloons,come si chiamava già ?

9:59 AM  
Blogger Michel said...

mmm la stupenda NENA, I love her,...anche in Derrick c'erano spesso delle gran belle gnocche, a me piacciono soprattutto le tedesche more o rosse,...c'era una saltatrice in alto bellissima, ULRIKE MEYFARTH, adesso ce n'è un'altra che mi piace molto, ARIANE, FRIEDRICH ...poi ce n'è un'altra russa bellissima, la CHICHEROVA

10:28 PM  
Anonymous Anonymous said...

Cris, ma gli schifostivali non erano i FRAU?
Ursus, ma Nico poi era olandese e la divina Bouchet ungherese.

(il pedantissimo pibio)
(meglio pedante che piduista)

8:42 AM  
Anonymous URSUS said...

Non per contraddirti,Pibio,ma NICO era nata a Colonia nel 1938 e Barbara Bouchet di padre e madre tedeschi a Liberec (nella Cecoslovacchia occupata dai nazi) nel 1944,per cui di nazionalità tedesca ambedue...anche se la Bouchet e famiglia scapparono negli USA proprio nell'infanzia (la Dietrich l'aveva già fatto da tempo,fino al punto di prendere cittadinanza statunitense).

I CAMPEROS erano proprio quegli stivaloni tarri che descrive Cristiano e andavano di moda negli ultimi 70-primi 80..poi forse ci saranno state delle varianti,ma sempre schifo facevano.

10:38 AM  
Blogger pibio said...

avevo notizie sbagliate.
mi infilo subito le ginocchiere coi ceci!!
che 2 gran figone, anyway!!

10:44 AM  
Anonymous URSUS said...

Figone e Artiste con la A maiuscola,altro che ste 4 sgallettate di oggi(come direbbe Albertone)che al posto del cervello hanno il silicone.
Pibio,poi su quel discorso del live a Piacenza mi sa che dovremo metterci una pietra sopra...avevi ragione tu,per cui ti sei salvato dalle ginocchiere e dai ceci (stile Guidobaldo Maria Riccardelli).

1:43 PM  
Anonymous Anonymous said...

Pibio, Frau e' arrivato molto dopo..quelli erano i CAMPEROS!!
Ursus li metteva sempre nei live dei Nostrange tra il 86 e 88..e fino a qui no problem.
Il fatto e' che addosso non aveva nientaltro!!
C

3:52 AM  
Blogger pibio said...

ah ah ah!!!

5:41 AM  
Anonymous URSUS said...

Non per niente mi chiamavano IL LANCIAFIAMME...con quel po po di artiglieria che mettevo in mostra.

Cris,ma come cazzo ti vengono in mente certe idee?
Nudo con i camperos è veramente una roba che travalica il trash,orrore allo stato puro(però ci aggiungerei la catenazza al collo con scritto "Mamma perdonami").

5:42 AM  
Blogger pibio said...

ah ah! mi ribalto dalla sedia!!

9:49 AM  
Blogger Michel said...

haha o con scritto Io Ama Alta Bischarto

1:44 AM  
Anonymous Anonymous said...

haha!!
ovviamente il grido di battaglia del maestro Ursus era "HASTA LA VISTA! VISTO CHE ASTA?!?" indicandosi il randellone..!

haha!iniziamo bene la settimana,compari

C

1:49 AM  
Blogger Michel said...

c'era un cantante melodico anni 70 spesso ritratto con camicia aperta e pelazzo dello stomaco in fuori, chi cazzo era?

1:49 AM  
Blogger Michel said...

VISTO CHE ASTA ??? haha

1:49 AM  
Blogger Michel said...

veniva anche soprannominato dalle fan più focose ER ...PIPERITA ..PATTA

2:01 AM  
Anonymous URSUS said...

Su quel genere ricordo Carmelo Zappulla,di Palermo ma che cantava in napoletano...in un suo album regala il medaglione dell'amore con scritto "PIU' DI IERI E MENO DI DOMANI",che trovata geniale!

2:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

lancio Ursus x un imbeccata beat..io ricordo molto bene SANTINO ROCCHETTI che pareva l'abominevole uomo delle nevi,con camicioni freak,stivali e soprattutto petto villoso!!
un vero rocker..

passo la palla a Ursus x note biografiche sui ROKKETTI..vedi Ursus come ho studiato bene?
C

5:24 AM  
Blogger Michel said...

haha è vero,lo Straordinario SANTINO ROCCHETTI!...e che dire del Grande PEPPINO GAGLIARDI ?

5:32 AM  
Anonymous URSUS said...

CITO TESTUALMENTE dal sito MUSICA E MEMORIA:
Gruppo originario di Civitavecchia, iniziano la carriera nel 1965 tenendo concerti e serate anche all'estero (Germania e Svezia) per poi approdare al Piper Club nello stesso anno. Il periodo Piper consente loro di farsi notare dal discografico romano Carmine De Benedictis, proprietario della etichetta CDB (per la quale incidevano e hanno inciso molti altri complessi beat) e di pubblicare il loro primo singolo "Zorba's Dance". Sempre nel 1965 riescono a passare ad una etichetta maggiore, la CBS, con la quale tentano la strada del successo con la solita cover. In questo caso si trattava de La Poupée Qui Fait Non di Michel Polnareff, la loro versione (Una bambolina che fa no, no, no) non è però quella preferita dal pubblico, che decreta invece il successo della cover dei Quelli. Con il ritorno alla CDB arriva anche l'incisione (due anni dopo) del loro brano più notevole e maggiormente ricordato, Black Time, un energico R&B presentato al Cantagiro di quell'anno e utilizzato anche nella colonna sonora di un film giallo spagnolo del 1966 di Jaime Balcazar, uscito in Italia con il titolo "L'uomo dal pugno d'oro". Un paio di altri dischi e arriva anche per loro, nel 1968, lo scioglimento e la prosecuzione, almeno per il fondatore del gruppo Santino Rocchetti, della carriera nel settore musicale. Il nome del gruppo deriva ovviamente dal cognome del suddetto Santino Rocchetti e dal fatto che altri due fratelli vi suonavano.
Discografia: Il settebello / Zorba's Dance (CDB 1072 - 1965), Una bambolina che fa no, no, no / Ha ha (CBS 2427 - 1965), Goodbye My Love / Chi vince in me (CDB 1073 - 1965), Black Time / L'amaro in bocca (CDB 1101 - 1967), Ti rivedrò tra gli angeli / Non ti fermare mai (CDB 1116 - 1967), Black Time / Mr. Gold (CDB e-003 - 1967, il retro Mr. Gold faceva parte della colonna del film citato in precedenza), Due ali nel cuore / Sei tu (CDB 1142 - 1968), Una serata al Piper (LP ARC sa 9 - 1966) (I Rokketti eseguivano due cover in inglese [Wooly Bully di Sam The Shame e Candy Man] in questo LP antologico)
[Santino Rocchetti (chitarra e voce), Mario Rocchetti (chitarra), Mario Paparozzi (basso), Gianni Bonavera (sax e tromba), Giorgio Grandi (batteria); nel '66 entrano Gianni Rocchetti al posto di Bonavera e Tassilo Burckard al posto di Grandi]

5:32 AM  
Blogger Michel said...

dannazione il film 1966 di JAIME BALCAZAR deve esssere un masterpiece,....ergo: perchè non lo programmano A RETI UNIFICATE ar posto der Vespa or derr schhiowww dommmmenicale (or.. bettere Dommmmenech) derre cuggine L'acciso??..mah,mishteri della secccconda Republica

5:44 AM  
Anonymous Anonymous said...

grandioso ursus..mich,popartx ormai e' un'enciclopedia in rete!
C

6:15 AM  
Anonymous Anonymous said...

in Piper Club programmasti Chi Vince In Me, i guess

6:16 AM  
Anonymous URSUS said...

Infatti ho ancora le cassette con le trasmissioni,mi piacerebbe riversarle su CD ma non sono attrezzato per farlo...CHI VINCE IN ME è un pezzo micidiale,con una ritmica velocissima ma le chitarre brillanti,dal suono molto pulito(non fuzz,tanto per intenderci)e personalmente sono i suoni che prediligo:il beat allo stato puro.

8:18 AM  
Blogger Michel said...

non li ho mai ascoltati purtroppo i ROCCHETTI ma devono essere grandiosi,...altrochè le sorelle L'Acciso

9:55 AM  
Anonymous URSUS said...

ROKKETTI con la K !
Mi raccomando...

10:25 AM  
Anonymous URSUS said...

Su YOUTUBE c'è L'AUDIO di
"Black time" (cantagiro 1967) che forse non è il pezzo migliore ma non è male,comunque.
Cerca I ROKKETTI BLACK TIME

10:31 AM  
Anonymous Anonymous said...

le lecciso so' bbone

12:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

anche pibio

3:50 AM  
Blogger Bob Colella said...

Ciao Mich e ciao ragazzi, un grande saluto anche ad Ursus!
scusate L'OFF-TOPIC.
Volevo segnalarvi che ho ricominciato a fare La Cantina del Rock.
Per ora va soltanto in podcast dal blog che ho messo su ad hoc, linkato al sito www.lacantinadelrock.tk e dal myspace (www.myspace.com/cellaradio).
un salutone
Bob

4:09 AM  
Blogger Michel said...

grande Bob, grazie della segnalazione, in settimana la linko avec plaisir
ps: Pibio, visto che sei un suiveur della fantascienza ti segnalo un incredibile 1958's movie intitolato " Attack Of The 50 Foot Woman",...la trama l'avrebbe potuta ideare soltanto una mente malata tipo uno che ha guardato tutte le puntate di"Uomini e Tonne" dagli esordi fino a oggi!!!,....in pratica una zoccola alcolizzata s'imbatte, mentre guida nel deserto californiano, in un gigante alieno, viene da questo "radioattivamente" contaminata e diventa una "gigantessa" elle mème,....neanche Mario Carotenut o l'Ursus nudo con camperos avrebbero potuto concepire nulla di simile !!

4:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

ursus nudo coi camperos!!!!!!
hahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!

5:22 AM  
Anonymous Anonymous said...

mich cerca su google immagini "camperos" e vedrai spuntare in basso a destra un simpatico e zzazzeruto amico..clicca e leggi la notizia..la nostra vita non sara' piu' la stessa

5:30 AM  
Blogger Michel said...

Grande!l'ho visto! l'aucàtt (trad. it. "l'avvocato") SILVANO MICHETTI,..un Uomo una Leggenda,...Ursus ma quanti lp hanno realizzato i CUGINI DI CAMPAGNA? io non ne ho neanche uno e mi sento un attimo colpevole

5:39 AM  
Anonymous URSUS said...

Nooo,pure i Cugini noo...la discografia non la conosco !!

Grande BOB che ritorna tra noi,quindi la radio non l'hanno chiusa e i nostri appelli al magnifico rettore sono serviti a qualcosa...
(adesso lo so già che Mich tirerà fuori la Rettore,il cobra non è un serpente ecc...)

Il film ATTACK OF THE 50 FOOT WOMAN ce l'ho in lingua originle,bello!
Non è il migliore di quel genere,ma io adoro la SF dei 50's.

8:11 AM  
Anonymous Anonymous said...

un avvocato col PELO! e coi camperos!!Ursusse prima di fare commerciale i Cugini facevano progressive?

8:11 AM  
Anonymous Anonymous said...

la rettore o il RETTO-re!!

8:12 AM  
Blogger Michel said...

sì infatti come film non è eccezionale però cattura bene quell'atmosfera paranoide che c'era nell'America anni 50,...le mani di cartapesta poi della gigantessa sono degne del Miglior ANTAR

9:28 AM  
Blogger pibio said...

un bellissimo film!!
Ciao Bob!!

10:51 AM  
Blogger Michel said...

pensa te :il regista, NATHAN JURAN (che qui si firmava NATHAN HERTZ) diresse nello stesso anno anche DOMENICO MODUGNO in "Le Imprese di Una spada Leggendaria" e quindi "Mantelli E Spade Insanguinate sempre con Modugno che aveva come sceneggiatore l'ALBERTO DE MARTINO ben conosciuto da Ursus

11:04 AM  
Anonymous URSUS said...

Quelli erano registi VERI !

Non temete,i Cugini di campagna han sempre fatto trash da balera,il loro primo successo me lo ricordo bene perchè ci scassava i maroni in radio da mane a sera:
"Questo è IL BALLO DI PEPPE,un passo avanti e un passo indietro..."
una stronzata del genere,poi sono passati allo slow piagnucoloso tipo ANIMA MIA.
Ma la cosa bestiale era l'album METALLO,ricercatissimo dai collezionisti,con la copertina tonda a forma di monetina (10 lire se non sbaglio).

3:37 PM  
Blogger Bob Colella said...

No Ursus la radio è definitivamente andata in malora...insabbiata in un trasloco dei locali mai avvenuto lo scorso fine di febbraio.
Quella campagna fatta a giugno 2008 sortì i suoi effetti (7500 appelli in 5 giorni) e la convenzione per la frequenza fu rinnovata per altri 6 mesi.
Ma a febbraio la solita scenetta italiota: trasloco della sede della radio in cui sono state tirate fuori tutta una serie di beghe sull'agibilità e sull'organizzazione redazionale per bloccare di fatto Radio Fdf e chi la portava avanti (ormai pochi della vecchia guardia e alcuni nuovi soggetti che non hanno capito, o non hanno voluto capire, la situazione).
La radio è chiusa da allora e non riaprirà.
L'Università di Siena continua a coprirsi di ridicolo: paga una frequenza, manda musica in registrata, ma di fatto impedisce le dirette.
Questi signori andrebbero sputtanati in eterno: hanno dilapidato un patrimonio e hanno fatto il più clamoroso degli autogol sull'immagine della marketing-università (che poi è l'università che vende parcheggi in attesa della disoccupazione).
Radio Fdf ha trasmesso per quasi dieci anni: è stata fucina per gente che oggi lavora in campo radio televisivo, soprattutto è stata un veicolo di aggregazione, formazione, professionalizzazione, crescita e divertimento. Oltre alle stronzate tipo "la prima radio universitari italiana", cosa tra l'altro vera.

Quanto a me, mi sono trasferito a Roma e La cantina va solo in podcast linkata dal blog, che ho aperto ad hoc, o da myspace, almeno finché non trovo una radiolina che mi dà fiducia.

un salutone a tutti e scusate se mi sono dilungato...

2:13 AM  
Anonymous URSUS said...

Allora faremo un programma in occasione del prossimo album dei NO STRANGE,magari...l'uscita è prevista verso Marzo-Aprile,nel frattempo piovono elogi per tutti i video che sto inserendo sul tubo (sia vecchi che nuovi) e su facebook.
Grazie anche a BOB,quindi,che tenace continua a diffondere la vera musica mosso(come tutti noi)semplicemente da passione e audacia...
VENCEREMOS !

2:28 AM  
Anonymous Anonymous said...

GRANDE BOB! GRAZIE DELLA TESTIMONIANZA SEMPRE A SERVIZIO DELLA NOSTRA COMUNE PASSIONE,COME SOTTOLINEA uRSUS!
cRISTIANO

12:42 AM  
Blogger Bob Colella said...

grazie a voi ragazzi e spero di beccarvi un giorno o l'altro!

6:06 AM  
Blogger Michel said...

c'ho un'influenzaccia del cazzo, sono 2 notti che non dormo , fottute sigarette, per fortuna l'aerosol sembra un pò (solo un pò efficace),...cmq continuate a voi a fare i i "masters" del sito ..e anche per Ursus il sado maso master

8:39 AM  
Anonymous URSUS said...

Mich,smetti di fumare finchè sei in tempo !

11:36 AM  
Anonymous URSUS said...

Per chi vuole approfondire la storia del frenetico mondo beat tra Venezia e Mestre, nel suo spazio su MySpace Sandro Zane presenta un ricordo molto efficace di quegli anni. Per esempio, quanti erano questi famosi complessi beat?

«Diversi anni orsono, in attesa di esibirmi al teatro Malibran di Venezia, mi intrattenni nel camerino con Aldo Tagliapietra delle Orme e con Pino Donaggio, che quella sera erano ospiti della manifestazione per ritirare dei riconoscimenti alla carriera, disquisendo sulla musica degli anni 60, ci ritrovammo a calcolare il numero ipotetico dei complessi on the road in quel periodo nel Veneto, ne contammo a mente più di duecento, ma la nostra convinzione ci portò verosimilmente a credere che in realtà i gruppi dal 62 al 1969 siano stati più del doppio, ora ne citerò alcuni così a caldo poiché trovo significativi di quel periodo i nomi scelti dai musicisti: AMANTI - PALADINI - IMPRESSIONI - SIVA ALI BLU - GIACOBINI - SFINGI - DEGER - URAGANI - ORME - AMICI - CIAO AMICI - MODS - ROCKES - SENZA BUSSOLA - PIPISTRELLI - RINHOCERROS - BARONETTI - PHAFER - 4 DEL TESCHIO - MARGHERITE - FERRI DA STIRO - KILLERS - BOUNTY KILLERS - RANDAGI - MARDOCHELLI - MAROTTINI - VAGABONDI - LEOPARDI - SAGITTARI - TRAPPERS - ACHEI - ALLIGATORI - CYPRIPEDIUM - PURGHE ELETTRICHE - LIBRO DI ENOCH - SQUALI - QUARRYMEN - TOTO E TATI - AVENGERS - HOPOPI - RAGAZZI DI STRADA - RAGAZZI DAI CAPELLI VERDI - RANGERSOUND - TIPI BEAT - RAGAZZI DELLO SHAKE - STEAMROLLERS, la lista potrebbe continuare per un bel po',non esisteva magazzino, garage o scantinato dai quali non uscissero valanghe di suoni; e ululati strazianti per la felicità dei vicini emessi da amplificatori fatti in casa e vecchie chitarre elettrificate con il fai da te utilizzando le uscite fono delle radio a valvole, che assicuravano quasi sempre delle fastidiose scosse elettriche, gli strumenti musicali, quelli 'seri' erano per pochi fortunati figli di papà, non per i più, figli di operai o artigiani per i quali tutto si trasformava in un irraggiungibile miraggio.»
http://musicaememoria.altervista.org/...
http://www.myspace.com/sandrozane

Vogliamo notizie riguardanti LE PURGHE ELETTRICHE...assolutamente !!!

9:38 AM  
Blogger Michel said...

thx Ursus, sto riducendo,.. damnnn, veramente interessantissimo sui gruppi veneziani-mestrini, i RANGERSOUND erano molto bravi

12:40 AM  
Anonymous URSUS said...

I RANGER SOUND hanno poi mutato in RAGAZZI DAI CAPELLI VERDI:nel film "Io la conoscevo bene"(1965)con S.Sandrelli compaiono in una scena.

Il nome più incredibile comunque resta PURGHE ELETTRICHE,dementia ante-litteram.

2:03 AM  
Blogger Michel said...

ah right è vero,...ho visto il film "Io La Conoscevo bene", grandissimo film che mette alla berlina certa Roma salottara,....mi ricordo quell'eccezionale scena dove un grande UGO TOGNAZZI, nella parte di un attorucolo in disperata ricerca di ingaggio, si umilia danzando fino allo spasimo davanti a una congrega di insopportabili coglionazzi del bel mondo

5:04 AM  
Anonymous URSUS said...

Fantastico Tognazzi come sempre!

11:29 AM  
Blogger pibio said...

Ugo Tognazzi era veramente un grandissimo!!!
Era di Cremona, grande amante dei piaceri conviviali...a volte veniva dalle parti di Piacenza a far bisboccia, accompagnato da gente come Monicelli (!!!) e donne bellissime. Le sue apparizioni notturne negli chalet sul Po sono nella leggenda popolare, ormai...

1:24 AM  
Anonymous URSUS said...

Penso che (probabilmente) le PURGHE ELETTRICHE fosse un modo molto ironico di parodiare the Electric Prunes,infatti nei dischi di stampa italiana il nome della band californiana veniva proprio tradotto letteralmente in LE PRUGNE ELETTRICHE...ma se uno pensa alle PURGHE la cosa è veramente esilarante,anche se persino le prugne hanno potere lassativo !

3:38 AM  
Blogger Michel said...

cazz. sapevo che il Grande Tugnàzz era di Cremùna ma non di queste bisbocciate sul Po,...immagino , da buongustaio, fosse un amante della mostarda mantovana e cremonese e del Divino Gutturnio,...by the way,l'Ugo Tougnàzz ve lo segnalerei ne "La Grande Abbuffata" (or "La Grande Bouffe" (Italy/France, 1973)) del geniaccio "anarchico" MARCO FERRERI , avec aussi MARCELLO MASTROIANNI, il grande PHILIPPE NOIRET e MICHEL PICCOLI, film stupendo su 4 debosciati che decidono di ingozzarsi come baldracche di impensabili prelibatezze
ps: FERRERI era veramente un Grande,...ricordo un suo film "humour noir-surrealista" straordinario, girato in Spagna, "El Cochecito"

5:31 AM  
Anonymous URSUS said...

Era di Ferreri anche il film in cui Tognazzi sposava (per metterla nel circo) la donna scimmia...molto triste quell'episodio,ma significativo sulla condizione delle minoranze e di coloro considerati diversi.

8:38 AM  
Blogger Michel said...

è vero, "La Donna scimmia",right? quello è un gran film m'han detto ma non l'ho mai visto,...a me piaceva un casino anche quello degli anni 70 con GERARD DEPARDIEU che voleva bruciare tutti i simboli della società "avanzata" , ora non ricordo il titolo

9:45 AM  
Blogger Michel said...

intendevo "Ciao Maschio,...ancora più allucinante era "Dillinger E' morto" , con MICHEL PICCOLI, rappresentazione allucinata della reificazione nella società dei consumi

9:50 AM  
Blogger Michel said...

..poi ricordo "L'Ape regina" che fu assurdamente censurato e tagliato qui per i suoi contenuti "anticattolici", si disse

9:52 AM  
Anonymous URSUS said...

Mich e Cristiano,vi ho inviato il link del nuovo video LIVE al Basaglia...la versione youtube dura 3 minuti meno di quella facebook (dove c'è anche uno stralcio de GLI OCCHI) perchè il tubo non accetta video oltre i 10 minuti,il limite su FB invece è di 20.

1:02 PM  
Blogger pibio said...

Un Tognazzi grandissimo ne "il Federale".
E vogliamo parlare del personaggio del conte in disgrazia di "Amici miei"?

1:56 AM  
Anonymous URSUS said...

Il conte Lello Mascietti...una trilogia stupenda,l'avrò vista cento volte !

2:12 AM  
Blogger Michel said...

bello il video,...LELLO MASCIETTI una Leggenda, idem ADOLFO CELI,...grande la coppia GASSMAN-TOGNAZZI anche in "La Marcia Su Roma",....il Mitico CLAUDIO G. FAVA (cui Villaggio si ispirò per la Figura del Maestro GUIDOBALDO MARIA RICCIARDELLI ) scrisse , nel 1962, su "Il Coriere Mercantile" Il film (..) tenuto sulla linea di una comicità di largo suono e spesso involgarita da una scatologia verbale non sempre giustificabile [...]"...haha ..sotto con la 10a proiezione in 6 giorni(sottotitolata in lituano) di Giovanna D'Arco di CARL THEODOR DREYER!!!!!

3:11 AM  
Anonymous URSUS said...

Quello è niente,io ricordo bene cosa scrissero su "Muzak" (rivista musicale molto a sinistra negli anni 70)riguardo l'uscita di FANTOZZI:una valanga di luoghi comuni e anatemi radical-chic,tirando in ballo il femminismo,il libretto rosso e via dicendo...la cosidetta critica cinematografica non ha mai capito la vera satira e la comicità surreale,perchè esce da qualunque schema...ed in quel momento lo schema ideologico più diffuso era quello dei salotti dell'intellighenzia,la stessa che oggi abita a mediaset e bacia il culo al cavaliere:hanno cambiato colore,passando da Mao al dio denaro con la stessa velocità con cui hanno distrutto il cinema italiano,anche quest'anno probabilmente hanno in serbo un altro bel film panettone,un'altra bella stronzata !

3:25 AM  
Blogger Michel said...

yeah, è vero, anch'io ho un paio di numeri di Muzak

5:02 AM  
Anonymous URSUS said...

Era partita bene come rivista,poi ha deviato verso il politichese e si è infarcita di ideologia fino a scoppiare...mi piaceva di più GONG come articoli.

5:12 AM  
Blogger pibio said...

"lo schema ideologico più diffuso era quello dei salotti dell'intellighenzia,la stessa che oggi abita a mediaset e bacia il culo al cavaliere:hanno cambiato colore,passando da Mao al dio denaro"
E' veramente andata così, in 5 righe URSUS hai riassunto tutto, sottoscrivo parola per parola. A cominciare dai furboni di LC, che hanno invertito la sigla e ora stanno con CL.
Bleahhh

8:23 AM  
Anonymous URSUS said...

Personalmente non ho mai avuto fiducia nelle strutture partitiche,per via di una formazione culturale molto libertaria,ma ancora meno ne nutro oggi...per conto mio viviamo in un epoca di oscurantismo dove si sta regredendo ai livelli peggiori dell'opportunismo borghese.
"Qualcuno era comunista" di Gaber è un testo illuminante a tal proposito:il comunismo è rimasto un bel progetto,ma solo sulla carta...dove si sono imposti coloro che si riempono la bocca di questa parola,abbiamo visto solo falsità e inganni(se poi c'è qalcuno che ancora crede che l'URSS e i paesi satelliti fossero comunisti,mi perdoni se mi faccio una risata)e nel suo piccolo anche l'Italia ha subito le sue degenerazioni e il suo lento cammino verso il baratro berlusconiano(dove Berlusconi si è potuto imporre proprio grazie alle carenze enormi della sinistra storica)...a questo punto credo che sia inutile piangere sul latte versato,si dovrebbe voltare pagina radicalmente e guardare oltre i freddi dogmi dell'ideologia,come hanno tentato di fare alcuni nei decenni passati(Bordiga,internazionale situazionista,movimenti underground ecc.)...forse con le nuove generazioni qualcosa di meglio verrà fuori,mi auguro.

10:33 AM  
Anonymous Anonymous said...

e la storia che tutti i presidenti italici son di sinistra?? ah si..non tutti..solo "gli ultimi tre"
C

12:23 AM  
Anonymous URSUS said...

Siii,ma ormai siamo ai deliri di onnipotenza:sono le parole di un pazzo,ma la tragedia è che qualsiasi cosa accada(e non solo i deliri del cavaliere)passa tutto come nella norma,un po' di maretta con Fini e le cosidette opposizioni,dopo di che tutto come prima e si riconmincia.
Questo è proprio un paese di zombies oramai(e purtroppo non sono quelli gloriosi di "Odissey and oracle").

1:18 AM  
Blogger Michel said...

eppur qualcosa di epocale sta accadendo in Italia,me lo sento

1:35 AM  
Anonymous Anonymous said...

ma infatti..e' che ormai un sacco di gente parla come lui..sembra telecomandata!
magari Mich!! cosa prevedi?

Biscardi alla RAI x gli sgub??
la revolution?
Ursus senza camperos?

C

3:32 AM  
Blogger Michel said...

well Cristiano, io non prevedo un cazzo , mica sono il" Macco CCabriel "....però mi sembra che si siano oltrepassati i limiti,....tantissime povere persone e piccole imprese stanno chiudendo/perdendo il lavoro mentre certa gente continua a spacciarci un bad reality show dove tutti "vissero felici e Gondendi",..conoscendo la Storia ,non può durare troppo a lungo una mistificazione del genere, forse mi sbaglio, ma questa è la mia impressione

4:33 AM  
Anonymous URSUS said...

Sarebbe anche la mia Mich,ma dai segnali che vedo in giro ricevo solo indicazioni preoccupanti...con tutta la buona volontà e con tutta la fiducia che posso ancora riporre nel genere umano comincio ad essere stanco anche io di tutta questa passività,ormai è un incubo che perdura da anni e anni.

5:13 AM  
Anonymous Anonymous said...

e' che dal "nostro" punto di vista tutto e' assurdo e non ci si potrebbe credere..ma ancora tanta e tanta gente non ha visione di cio..troppo facile sarebbe,compari!
C

5:39 AM  
Blogger Michel said...

well ragass avete ragione, anch'io non riesco a capacitarmi sometimes, sembra di vivere un incubo, l'intelligenza è continuamente vilipesa, ma.., conoscendo un pò di storia, so che queste cose non durano a lungo IN genere,.....ps: Ursus : ma sia mai che la nostra amica MELA LO CICERO sia parente del great NANDO CICERO , director di "La Dottoressa del Distretto Militare" e "Paulo Roberto Cotechino Centravanti di Sfondamento"????

6:02 AM  
Anonymous URSUS said...

Mela la sento ancora su facebook,ma so che è di origini siciliane e vive dalle parti di Pibio...Nando Cicero era un GRANDISSIMO regista romano,un mago nel suo genere perchè(da quanto dice Alvaro Vitali nelle interviste)inventava con pochissimi mezzi delle sitazioni che nemmeno i registi miliardari di Hollywood riuscivano a mettere in piedi,purtroppo è mancato qualche anno fa,se ne vanno sempre i migliori.

10:42 AM  
Blogger Michel said...

in effetti all'inizio NANDO CICERO fu anche aiuto regista di FRANCESCO ROSI nell'ottimo "Le Mani Sulla Città" o del Grande LUCHINO VISCONTI (del quale consiglio il bellissimo "La caduta degli Dei",...un capolavoro è anche "Ossessione" con la splendida cLARA CALAMAI ma non l'ho mai visto,...in pratica è il film che iniziò il neorealismo, gli americani ne fecero una versione 3 anni dopo con quella gran bernarda di LANA TURNER, "The Postman Always Rings Twice" , sempre tratto dal bellissimo romanzo noir di JAMES M. CAAN ),...sul NANDO CICERO poi c'è un giudizio del Grande FRANCIS FORD COPPOLA sul suo "Ultimo Tango A Zagarol" : "E' più interessante del film di Bertolucci"

12:39 PM  
Anonymous URSUS said...

E' vero,l'ho sempre pensato anche io...esattamente come L'ESORCICCIO è migliore dello stesso "Esorcista".

3:27 PM  
Anonymous Anonymous said...

ma che fine ha fatto il grande JOE??
e' da parecchio che non lo sentiamo..Ursus?
C

7:43 AM  
Anonymous URSUS said...

Problemi...comunque l'ho sentito recentemente e si sta riprendendo.

3:21 AM  
Anonymous Anonymous said...

speriamo bene allora!! un augurio se ci legge..
C

3:43 AM  
Blogger Michel said...

anche da me, Grande,....URSUS e che dire della Divina/dARK lADY VIRGINIA MADSEN in "The Hot Spot" (1990) DI DENNIS HOPPER ?(già regista di "Easy Rider") ?

4:49 AM  
Anonymous URSUS said...

Non ho visto quel film...sto visionando una serie di film semi-porno americani ed europei degli anni 70,tra cui "Hollywood erotic sketch" con un giovane Robin Williams:episodi montati insieme in stile demenziale.
Le situazioni grottesche e surreali mi ricordano molto i cartoni di Porcolandia,si vede che mi hanno copiato le idee.

9:20 AM  
Blogger Michel said...

haha non li ho visti ma devono essere grandiosi, a me piace il cinema sud coreano ,...ma nulla potrà eguagliare lo storico: " Io sono stato Azzurro di sci" detto dal Fantocci in macchina mentre il Calboni vestito da Playboy-Puttaniere guida

7:28 AM  
Anonymous URSUS said...

"Puccettone,io mica sono un cacciapalle come te ! "
Poi segue la scena in cui finisce dentro il tegame della polenta.

10:27 AM  
Blogger Michel said...

haha grande, e grande LUCIANO SALCE,...un Autore da rivalutare

11:44 AM  
Anonymous URSUS said...

Luciano Salce ha poi firmato anche il capolavoro di Banfi: VIENI AVANTI CRETINO,io credo che lo sketch dal dentista con Gigi Reder sia da cineteca,fa sganasciare !!

3:08 PM  
Blogger Michel said...

non l'ho visto CAZZO,...però vi "quoto" un commento apparso su un sito di "fan "della Telenovela Piemontese"....: "io sarò sempre grato a quel baluba di mario..ma l'idolo rimarrà sempre lui marco l'amante!!!!ma dove cazzo l'hanno trovato uno così?????" (haha concordo!!!!)

4:17 AM  
Anonymous URSUS said...

Ohhh porca miseria...
(quando suonano alla porta) Ma porca putt...

5:05 AM  
Blogger Michel said...

quello è una Leggenda,...altrochè JOHNNY ROTTEN,....quello ha ridefinito con la sua sola "ghigna" e espressività facciale (???)il concetto di "punk rock" (e anche di "mod" , "garage punk","neo-psichedelia" e "Neorealismo:)

5:23 AM  
Anonymous URSUS said...

Nooo Mich,non puoi non averlo visto...cerca sul tubo:
banfi-vieni avanti cretino-dentista

della scena bisogna conoscere il preambolo:Lino esce dal carcere e dopo 2 anni si reca in quello che crede essere ancora un bordello,ma che nel frattempo si è traformato in uno studio dentistico.
La classica commedia degli equivoci,ma i tempi comici di ambedue sono geniali !

10:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

nevica a mantuva?

7:14 AM  
Blogger Michel said...

gracias Ursus, me lo guardo stasera,...da noi è nevicato ieri,...forse dicono anche questa notte , da voi?....ps: mi domandavo: ma e il "Padre" Satanasso(quoting KIT CARSON) della "telenovela Piemontese" avrà finalmente raggiunto la "pace dei sensi"? ...o è ancora un EMERITO PUTTANIERE???....e lo Stlista Valentino è poi convolato a nozze riparatrici con l'Inimitabile Baluba??? :)

7:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

qui solo minaccia ma niente neve causa presumo temperatura sotto lo zero..in citta,da ursusse,e' piu' ijn basso e quindi prob nevichera' un poco.
vedremo stanotte
C

8:02 AM  
Blogger Michel said...

yes dicono anche qui che tra un paio di giorni verrà -14°,...temperature da anni '80, quando c'erano i candelotti di ghiaccio a tutta randa ,...quasi quasi non mi stupirei di rivedere in tv SAMANTHA FOX these days

8:42 AM  
Anonymous Anonymous said...

Un caro saluto a tutti, vi copio-incollo le informazioni sulle Purghe elettriche tratte dal sito italianprog di Augusto Croce:

SBRANCO E LE PURGHE ELETTRICHE

Formazione:
Sbranco (Augusto Guidi - chitarra, sax, voce)
Carmen Angeli (flauto, voce)
Elio Succi (tastiere)
Paolo Ricci (basso, voce)
Claudio Balducci (batteria)

Guidato dall'estroso Sbranco, questo gruppo di Forlì si formò nel 1968 per poi sciogliersi nel 1974 dopo alcuni cambi di formazione. La loro musica era fortemente influenzata da Frank Zappa e dal rock inglese ed americano, con una particolare cura dell'immagine e dello spettacolo dal vivo.
Furono molto conosciuti nella loro zona, con una intensa attività dal vivo e spesso aprendo i concerti di grossi nomi dell'epoca, Premiata Forneria Marconi, Banco del Mutuo Soccorso, Osage Tribe, e registrarono un 45 giri a Milano nel 1974, purtroppo mai uscito.
Dopo lo scioglimento Guidi continuò con il nome Sbranco Live Concert dal 1975 per un paio d'anni, mentre l'ex moglie Carmen Angeli continuò con le Purghe Elettriche fino al 1977, e con il nuovo nome Music Power fino al 1979, suonando sulle navi da crociera e nei night clubs.

12:29 PM  
Anonymous Anonymous said...

Maggiori info su Sbranco e la scena forlivese in generale nel bel libro Senza tempo noi di Antonio Rosetti.

12:33 PM  
Anonymous URSUS said...

WOOWWW,grandi delucidazioni...ma altre voci me li davano come gruppo veneziano.
Possibile che ci siano anche delle PURGHE omonime ?
Comunque sia già solo dal nome devono essere geniali,il panorama dei 60's non finirà mai di stupire !!!
Scusa,anonimo,ma puoi dirci come ti chiami ? Gli appassionati vorremmo sempre conoscerli di nome...è possibile ?

3:37 PM  
Blogger Michel said...

thanx Anonimo per le informazioni, se erano zappiani dovrebbero piacermi molto

11:38 PM  
Blogger Michel said...

cazzz gente,...tonight here was 14 below zero , notte siberiana , cmq Ursus da amante del cinema "erotico" ti consiglierei Joshuu 701-Go: Sasori di SHUNYA ITO , 1972, con la splendida MEIKO KAJI,...un film tra il noir, il dramma carcerario e l'erotico (titolo internazionale Female Prisoner 701: Scorpion),...questi giapponesi "xè tuti mati" come dicono i vicentini dei veronesi

11:45 PM  
Anonymous URSUS said...

Sono poco ferrato sul cinema nipponico,anche perchè non saprei dove trovare certi film...

2:35 AM  
Blogger Michel said...

si trovano i dvd, però in inglese, oppure qualcosa l'ha fatto vedere Ghezzi a Fuori Orario,...grande Catania ieri(haha)

2:37 AM  
Anonymous Anonymous said...

cazzarola..ieri sera credo fossero -6!!sto parlando della temperatura esterna...cazzzoooo lasciamo perdere la classifica..l'e' dura l'e' dura..
e l'inter vola..giusto cosi, se facciamo cosi schifo..
C

3:29 AM  
Anonymous URSUS said...

Io per il Toro non commento neppure,non avrei mai pensato che si finisse addirittura a lottare per mantenere la serie B,ma si finirà così perchè quando si ha troppa presunzione la si paga sempre...
che annata disastrosa,2010 salvaci tu !!

3:41 AM  
Blogger Michel said...

cazz. lucky you,...qui è - 7° in questo momento, all'una del pomeriggio!!, mai successo negli ultimi 25 anni, credo,..sono temperature da 1400-1600 quando, ho letto, qui nevicava il 2 giugno!
ps: la cosa che mi preoccupa è la Nazionale ai prossimi Mondiali , visto che è fondata sul blocco della Juve!!

4:13 AM  
Anonymous Anonymous said...

ragass vi ricordate la mitica "gelata" dell'86??
pure in USA fu cosi..ne scrisse Bob Mould nel booklet di WAREHOUSE
C

5:25 AM  
Anonymous Anonymous said...

vedrem x il mondiale..d'altronde il blocco inter italico non esiste!!
C

5:26 AM  
Blogger Michel said...

sì ricordo, il 1985-86, -22° , andavo a scuola, mi alzavo alle 5.45 di mattina per prendere il pullman ,...se dicessi che, mentre affrontavo la bufera a quell'ora , mi esprimevo forbitamente e senza smadonnare sarei un bugiardo:)

5:35 AM  
Anonymous Anonymous said...

eri mica l'unico a smadonnare..anch'io mi alzavo alle 5 e mezza e andavo a prendere il treno (1 km a piedi)..
C

6:25 AM  
Blogger Michel said...

porcaccia troia, idem, anch'io dovevo farmi un certo tragitto a piedi,...un'esperienza quasi fantozziana, anzi degna de lo "Amante" della telenovela piemontese
ps: le smadonnature erano rigorosamente in dialetto!!!

7:40 AM  
Anonymous URSUS said...

Nell'86 ero ancora da Jukebox all'idrogeno,non so se Cristiano veniva pure lì...non mi ricordo,francamente.
Mamma mia quanti vinili ho avuto per le mani,robe da non credere.

4:26 PM  
Anonymous Anonymous said...

yess Ursusse sono venuto alcune volte ma non ricordo acquisti mirabolanti (causa soldi)..
venivo anche con i ragazzi di The Beat Goes On/Ready Made..Bartolo,Paolo ecc

Mich,e durante quelle gelide mattine provai la psichedelica esperienza dei famigerati GELONI..ahi ahi ahi..

C

1:14 AM  
Anonymous URSUS said...

Bartolo l'ho rivisto quando abbiamo suonato al caffè Basaglia,lavora sempre in ferrovia.
Quella era una bella fanzine,in effetti.

2:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

cavoli ursusse..io non lo vedo da almeno 15 anni..anzi facciamo pure 20..!! e tutte le volte che abbiamo tentato indirettamente di beccarci o uno o l'altro dava buca!
C

3:56 AM  
Blogger Michel said...

belle quelle Fanze,...i Mitici Slùn? li beccai anch'io da piccolo

4:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

e si..proprio gli SLUN..soo ricordi ormai..fortunatamente
C

7:58 AM  
Blogger Michel said...

sembra quaqsi un nome di un gruppo mod-Punk,...gli Slùn

8:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

hahah!! vero!!!e bellissimo,in effetti!
C

1:10 AM  
Blogger Michel said...

cmq sto finalmente preparando il post sul Grande KIMBA, un Eroe fotoromanzato il cui Coraggio farebbe impallidire anche Superman...e persino il Ragionier Filini!! ,..il che è tutto dire!

1:16 AM  
Anonymous Anonymous said...

ragioniere BATTI????
mi da del tu???
no..e'congiuntivo..

3:42 AM  
Blogger Michel said...

haha , RAGIONIERE ( anzi RAGIOGNERE!) BATTI LEI??

5:08 AM  
Anonymous Anonymous said...

haha!! meanwhile buon natale
C

5:38 AM  
Anonymous URSUS said...

OF COURSE...
auguri nostrangici (nuovo termine coniato da Cristina Sandoz)

*****NATALE*****CAPODANNO*****EPIFANIA*****

5:59 AM  
Blogger Michel said...

auguri nostrangici,....by the way der Filini,...: ma dove cazz.. le avevano pescate le bagasciacce dell'episodio der nightclubbe????....alla Casa de Riposo der Divino Ammore?? haha,...la più Giovane aveva 102 anni e 62 nei sulla guancia E CHECAZZO:)

6:10 AM  
Anonymous URSUS said...

Si,l'unica figa è quella che si porta a letto Calboni,per giunta in casa di Fantozzi e con i soldi suoi,mentre Filini si becca le mazzate dai taxisti...STRACULT !

6:35 AM  
Blogger Michel said...

haha esatto , FILINI alle prese coi tassisti incazzati da Leggenda,..altrochè "Taxi Driver"

7:43 AM  
Anonymous URSUS said...

Un'altra scena micidiale è in quello squallido locale dove fanno il veglione di capodanno,con gli orchestrali che barano sull'orario e scappano molto prima della mezzanotte,pare che un fatto del genere successe veramente all'epoca dei VOLTI 70 e me lo raccontavano proprio loro(ma i musicisti non erano loro,ma un gruppo da balera di quelli scalcinati).

10:48 AM  
Blogger pibio said...

ah ah! ieri sera ho rivisto in tv FEBBRE DA CAVALLO, mamma mia che fil, che cast, fantastico!!!

4:14 AM  
Blogger Michel said...

haha grande Ursusse,...infatti quella scena dello SQUALLIDO LOCALE per famigliole italbeote con quei "figli di tr..." dei musicanti bari è SENSAZIONALE,uno spaccato dell'Ittaglia....damnn non ho mai visto "Febbre Da Cavallo" but ER GIGI PROIETTI is an absolute genius,...guardatelo anche in "A Wedding" del Grande ROBERT ALTMAN

4:47 AM  
Anonymous URSUS said...

Febbre da cavallo è eccezionale,ho il dvd...con Catherine Spaak,Montesano e Mario Carotenuto,oltre che con Proietti nelle vesti del mitico Mandrake,giocatore fanatico di cavalli.
La scena più CULT è quella dove fanno l'atroce truffa ai danni di "Manzotin" er macellaro !!!

9:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

e un immenso Adolfo Celi, nella parte del giudice che alla fine tira fuori "il cavallo" e si scopre che è un giocatore anche lui!
Adolfo Celi era un maestro.

pibio

11:13 AM  
Anonymous Anonymous said...

indimenticabile nei panni di Lord Brook in sandokan
C

5:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

mich te lo fai un bello zampone in queste feste?

6:35 AM  
Blogger Michel said...

grande ADOLFO CELI,...pensa te! lo zampone l'ho proprio mangiato oggi, col purè di patate come contorno, ma anche con i fagioli stufati è grandioso ..domani conto di farmi un altro classico "tradizionale", polenta e baccalà,..

7:20 AM  
Anonymous Anonymous said...

ehehe..hai ottimi gusti caro Mich, e la stagione invoglia proprio..mi ricordavo un vecchio post "natalizio" in cui avevi inserito una foto dello zampone con pure'
C

8:04 AM  
Blogger Michel said...

yes ricordo,...però e del Fantocci venduto al mercato der pesce rionale a mò di palombo surgelato che dire???...e dei pomodorini a 40.000 gradi fahrenheit che ingurgita per fare il bullo coi colleghi? quelli poi devono essere "eccezziunalo" per il cenone di Natale haha

9:17 AM  
Anonymous Anonymous said...

mi fai venir la voglia di rivedermeli tutti!
e che dire della figlia mariangela?
C

2:43 AM  
Blogger Michel said...

alla figlia Mariangela c'ha pensato il bolognese haha, ...un bello stomaco neh?,...qual'era la canzone che suonavano i musicanti figli di p...?,.."nannì , Nannì" ?...e quando il Filini e il Fantocci vanno nel camping di turisti tedeschi?? haha

4:15 AM  
Anonymous URSUS said...

Ah ah !
Andrea Roncato il capoufficio pacchi,che aveva scommesso che CI DAVA ALL'ORANGO...

10:26 AM  
Blogger Michel said...

haha ,right, ma che dire del Diego (anzi Dieccco)"panettiere de' quattttiere" che si fa la madre??,...anyways gente, parlando dsi arte filmica, vi consiglio "Ms. 45"(1981) del nuestro hermano italo-americano ABEL FERRARA, un autentico geniaccio

4:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

ciao giovani, BUON ANNO A TUTTI!!
in partidcolare ovviamente ai pardi Mich e Ursusse,Pibio ecc

C

6:26 AM  
Anonymous Anonymous said...

ursusse..includi un augurio a tuo fratello tanx
C

7:33 AM  
Blogger Michel said...

grazie, great cose a tutti,...con questo verso ermetico del più grande poeta e versificatore italiano dai tempi del Petrarca,.... Sua Santità BARAMBANI: "Bambocci, SCIOLGHI la cima!!!"

11:48 AM  
Blogger Michel said...

o per essere più precisi Gr. Ladr. Farabut. ...Mascalz. Assass...Figl. di Gran Putt. Marchese Conte Piermatteo BARAMBANI MEGALOM!!!

11:59 AM  
Anonymous URSUS said...

Altra scena bestiale di quel veglione di capodanno è quando escono dalla bettola e si ritrovano in mezzo al lancio di petardi,con uno che gli scaraventa un televisore sopra l'automobile...memorabile Fantozzi !

Of course farò gli auguri anche a mio fratello e tutto il resto della banda...sarà un altro anno all'insegna della POPARTX pure questo.
AUGURI POR TODOS

4:27 PM  
Blogger Michel said...

gracias,...damnnn grandioso MARIONE CAROTENUTO PRESIDE in quella scena con NADIA CASSINI haha un Genio Comico ,...ahoo volemo er Marione Preside ...anzi Presidente

1:17 AM  
Anonymous URSUS said...

Alludi alla RACCOLTA DEL MELONE immagino...pure io me lo sono cuccato un bel meloncino,per fortuna questo 2010 sta riservando qualche sorpresa.
Mich,ma Kimba dove è finito ?

1:28 AM  
Blogger Michel said...

al più presto pubblico KIMBA, già domani inizio a scrivere il testo, tra l'altro certe ghigne dei personaggi sono grandiose, altrochèla Banda del Trucido!!!

1:38 AM  
Anonymous URSUS said...

Il RAGNO e TORVAL sono grandiosi !

4:00 AM  
Blogger Michel said...

haha , right,...ma chi ha potuto inventare personaggi del genere andrebbe COME MINIMO citato nei libri di Filosofia per le Sqqquole Superiori e equiparato all'Immanuel KANT della "CRitica Della Ragion Pura"!!! LOL

4:49 AM  
Blogger Michel said...

...cazz... e, en parlant de PopaRtx, che dire della DIDI PEREGO citante il D'ANNUNZIO ne "La Vedova Inconsolabile Ringrazia Quanti La Consolarono" ??? (1973, MARIANO LAURENTI with the Divine EDVIGE FENECH?)

5:07 AM  
Anonymous URSUS said...

CELO pure quello...era una grande attrice Didi Perego,secondo me molto sottovalutata.
Un'altra sua grande interpretazione era ne L'ESORCICCIO,nel ruolo della moglie del sindaco Pasqualino Abbate (Lino Banfi).

5:59 AM  
Anonymous URSUS said...

CELO pure quello...era una grande attrice Didi Perego,secondo me molto sottovalutata.
Un'altra sua grande interpretazione era ne L'ESORCICCIO,nel ruolo della moglie del sindaco Pasqualino Abbate (Lino Banfi).

5:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

ehi giovani che avete fatto a capodanno??
C

7:53 AM  
Blogger Michel said...

io ho fatto una cena straordinaria a base di nèdar in salmì (un'anatrazza di 2,5 kg) e polenta, a neanche le 2 mi sono schienato,...damnn l'età inizia a farsi sentire:),...cazz. devo dire che la carne d'anatra è una delle mie preferite, bisogna che me ne compri 4-5 da allevare io, I love it
ps: grande EDVIGE, tra l'altro nell'ultimo film del QUENTIN TARANTINO, uno dei protagonisti si chiama ED FENECH, omaggio d'amore del Quentin all'Edvige

8:26 AM  
Anonymous URSUS said...

Io ho fatto una serata normale come tutte le altre...ormai la sera per me è sold out.
Per fortuna son finite le feste,se no do ve caz andavo al pomeriggio ?

2:04 PM  
Anonymous Anonymous said...

chi non c.... a capodanno non c.... tutto l'anno.
occhio.

4:17 AM  
Blogger Michel said...

vabbeh , io se avessi voluto avrei potuto andare a Riga da una latvian,...ma sto diventando troppo pigro e ho preferito la comodità e magnà ar calduccio come Aldo Fabrizi en er Ristorante de Suora Lella e der Galeà ,...d'altronde non ho più 18 anni e chissenefrega della "briscola" a mezzanotte della Vigilia di Natale o della serata in discoteca a Capodanno con cena- Veglione a 200 euros a cranio,..sono tutti riti borghesucci e ladrate...l'ultima volta che sono andato a un veglione/cena ho vomitato mezz'anima dal tanto che avevo mangiato "bene":)

4:38 AM  
Anonymous Anonymous said...

no no per carita'..no cenoni veglioni tomboloni travoni o discotecazz..cene laute e beveraggi in abbondanza da amici..la cosa migliore
C

6:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

..x quanto mi riguarda lascio le latvian a ursusse..io sono "automunito"
C

6:27 AM  
Blogger Michel said...

..non che io sia esterofilo ma vi assicuro che le latvian sono molto molto belle:)

7:01 AM  
Anonymous Anonymous said...

poco ma sicuro..!!
chi fa 200 paga da bere
C

7:45 AM  
Anonymous URSUS said...

PAGO IO

Una minerale con 3 cannucce,grazie !

Cri,tu sei automunito ma io giro in Maserati,ho la grossa cilindrata.

1:12 PM  

Post a Comment

<< Home

Blogarama - The Blog Directory links