Saturday, June 27, 2009

INTERVISTA a I VOLTI 70 by URSUS







Ed ecco un'intervista by l'ultramegaesperto-DirettoreMegagalattico Sua Ecc. Ursus Cobram a I Volti 70, storica band della scena post-beat torinese . Fantastiche le foto, enjoy!

1 - descrivici un po' la nascita dei VOLTI 70 e l'atmosfera che si respirava in quegli anni a Torino.
Iniziamo dall’atmosfera dei locali da ballo:
nei primi anni 60’ era d’obbligo per i complessi eseguire un repertorio composto di tanti generi musicali, il massimo della modernità era sentir suonare qualche brano degli Shadows, nei dancing si poteva entrare solamente se si era vestiti con giacca e cravatta e con una “dama” (non importava se fosse la cugina o sorella del "cavaliere"), Celentano immortalò quell’atmosfera con la canzone “Prego, grazie, scusi, tornerò”.
E’ intorno al 64 che dal mondo anglosassone arrivò la musica che rivoluzionò il modo di essere e di pensare, i gruppi Beat sfornavano un successo dopo l’altro, i 45 giri andavano a ruba, nascevano i primi giornali specializzati per la musica dei giovani, alcuni proprietari di dancing iniziarono a sentire profumo di soldi e adattarono i loro locali alle nuove esigenze, molti giovani sentivano la necessità di imitare i loro beniamini e molte cantine vennero adibite a improvvisate sale prove, per quasi tutti i giovani era d’obbligo saper strimpellare una chitarra, i negozi di strumenti musicali si moltiplicarono, molti ragazzi uscivano di casa vestiti come voleva la “mamma”, per poi trasformarsi nella cantina di qualche amico in modo irriconoscibile e originale, molti ragazzi smisero di farsi pilotare dalla famiglia e dalla società.
C’è stato un periodo che si poteva definire “gli anni delle ragazze scappate di casa”, erano minorenni che per disaccordo con i genitori sparivano di casa per andare a vivere con i cosiddetti “capelloni”, in quel periodo anche a Torino iniziarono le marce di protesta contro la guerra del Vietnam (i più ci andavano solo per moda), la politica iniziò a interessarsi dei movimenti giovanili e iniziarono i primi casini.…
Tutto questo accadeva qualche anno prima che si formassero i VOLTI 70, infatti, molti dei musicisti che entrarono a far parte del gruppo militavano precedentemente in complessi più o meno famosi della città, i VOLTI 70 sono nati nel 1966 dalla scissione del complesso “Sandro e gli Shakers” .
2 - A quali nomi della musica internazionale vi ispiravate in particolare?

"Giulio Chirone (fondatore del gruppo), mi ha raccontato che inizialmente si ispirarono a: Spencer Davies Group, Moody Blues, Searchers, Tremeloes, Young Rascals, nei primi mesi del 67 i Volti aggiunsero una sezione di fiati e iniziarono così a suonare “rhythm and blues” ispirandosi a: Sam & Dave, Otis Redding, Wilson Picket…
Nel 69 il complesso divenne un quintetto, cambiò nuovamente repertorio, con il nuovo cantante solista Mike Fulgaro inserimmo brani di: Joe Cocker, Traffic, Procol Harum,
in seguito si avvicendarono altri musicisti (fino al 1975 anno in cui ci si sciolse definitivamente), subentrarono nuove idee e nuove ispirazioni, il repertorio così cambiava sovente dando sempre un aspetto innovativo all’immagine del gruppo, quando subentrò il cantante Paolo Melfi ci ispiravamo moltissimo ai Blues Image.
Negli otto anni di storia dei VOLTI 70 hanno militato circa una ventina di musicisti Torinesi, i brani del repertorio venivano elaborati coinvolgendo tutti i membri del gruppo
3 - Quali erano i locali più attivi a Torino nella diffusione della musica beat?

I locali erano moltissimi, i più famosi erano:
”Hollywood”, “La Perla” (Piperla), “Wisky Notte”, “Mack1”, “El Patio”.
I Volti 70 inizialmente si esibivano nei locali tradizionali ( Dancing ) ma ben presto entrarono nel circuito dei locali all’avanguardia come a Torino: il “Whisky Notte”, “Mack1”, “El Patio” a Milano locali come: il “Paips” di Corso Europa locale importantissimo all’epoca e diretto concorrente del famoso “Santa Tecla” (davanti a questi locali venivano messe in mostra le auto più belle dell’epoca, “Miura”, “Dino Ferrari” e “Jaguar E”, i proprietari di queste vetture erano quasi sempre i cosiddetti “figli di papà” oppure dei “garga” o mantenuti, chiaramente a questi “fortunati” non mancava la compagnia femminile.

4 - Avete partecipato a festival o rassegne musicali?

Giulio mi ha raccontato che il gruppo “Sandro e gli Shakers” (formazione che diede origine ai Volti 70 appunto) verso la fine dell’anno 65 decisero di partecipare al allora prestigioso “Trofeo Davoli” che si svolgeva a Rapallo ( il trofeo era nato esclusivamente per i complessi musicali), era una delle manifestazioni più importanti di quei tempi ed era sponsorizzata dalla “Davoli” prospera casa Italiana costruttrice di ottimi strumenti musicali e amplificatori, “Sandro e gli Shakers” giunsero secondi in classifica , i primi furono “I Corvi” destinati a diventare uno dei migliori gruppi Beat Italiani, fu così che alcuni componenti per la delusione decisero di smettere di suonare.
Con la nascita dei VOLTI 70 i componenti decisero che il loro primo obiettivo era quello di assicurarsi date e concerti per il futuro, per loro scelta non parteciparono a festival o a rassegne musicali.

5 - Come siete arrivati ad incidere il disco?

parlo sempre a nome di Giulio Chirone, io entrai a far parte del gruppo solamente dal 1969,
nel 1968 furono contattati da una casa discografica di Torino (fin allora specializzata in musica popolare) la quale intendeva avviarsi anche nella produzione di musica Pop-beat, furono scelti due brani, un lento “Aspetterò un nuovo giorno” e uno veloce “Sono libero” i pezzi originali erano di lingua inglese e furono tradotti in italiano da parolieri allora in auge quali Minellono e Parazzini. Fu scelto come arrangiatore Romano Farinati (in arte Nat Romano), per il brano “Aspettero un nuovo giorno” scelse un arrangiamento somigliante ai pezzi in voga al momento negli U.S. il cosiddetto stile “Californiano” es.: San Francisco di Scott McKenzie, per l’altro brano in stile Rhythm and blues fu adottato un arrangiamento con sezioni di fiati molto incisivo e grintoso.
L’incisione avvenne a Torino in un unico giorno, esattamente il 28/02/68, la sera prima I Volti 70 avevano suonato in un locale di Ovada fino alle due di notte, il ritorno a Torino fu un viaggio lungo e piuttosto rischioso in quanto c’era una fittissima nebbia, al mattino presto iniziarono le registrazioni dei due pezzi. Le voci al principio erano un po’ rauche ma poco per volta venne fuori il prodotto vocale e ritmico definitivo che al pomeriggio fu poi integrato dagli arrangiamenti orchestrali.

6 - Quanto pensate che sia ancora attuale la musica di quell'epoca?

Ritengo necessario e utile che i giovani percorrano nuove strade musicali,
è comunque dimostrato che gli anni 60 sono tutt’ora una miniera inesauribile di ispirazione per le nuove e future generazioni.
Per quanto riguarda la nostra attuale esperienza sull’argomento posso dire che nel 2008 al puro scopo di divertirci abbiamo deciso di ripresentarci in pubblico, la soddisfazione più grande è vedere che i giovani (non molti per la verità) restano sorpresi e divertiti nell’ascoltarci, la cosa che più li sorprende è il nostro “sound ” .
7 - Dove possiamo ancora ascoltarvi? Locali? Sale da ballo?

È possibile ascoltarci in alcuni Pub e Festival Torinesi, durante i concerti a sorpresa invitiamo ad esibirsi componenti ancora attivi dei “complessi” della Torino degli anni 60, per gli amanti del genere lo spettacolo e il divertimento sono garantiti.
Per chi fosse interessato ai nostri prossimi concerti può consultare i nostri siti web:
http://www.volti70.it http://www.myspace.com/volti70
Per ulteriori informazioni sulla storia dei VOLTI 70: http://it.wikipedia.org/wiki/Volti_%2770
Per chi volesse mettersi in contatto: volti70@libero.it

99 Comments:

Anonymous URSUS said...

UAUH !
Che colpaccio pure questo...anche le altre foto erano splendide,Mich,direi che andrebbero messe tutte...la prima formazione (in alto)è lì ritratta di fronte alla rocca medievale del Valentino,mentre sotto si riconosce il cantante PAOLO MELFI,già membro dei RAGAZZI DEL SOLE:lui ed Enzo sono tra i mostri sacri della TORINO BEAT.

2:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

dove sono le altre? forse con tutte le email che mi sono arrivate ho fatto un pò di casino

2:35 AM  
Anonymous Anonymous said...

ah ok ,..perchè c'è stato un disguido mentre postavo,..non ha caricato l'immagine copertina 45,..vabbeh la inserisco domani

Mich

2:52 AM  
Anonymous URSUS said...

Perfetto,così non manca nulla!

8:55 AM  
Blogger pibio said...

grande articolo,
bellissime foto!!

10:08 AM  
Anonymous URSUS said...

LE FOTO dall'alto verso il basso:
1)Il gruppo nel 1967
2)La formazione nel 1969 con Enzo La Malva
3)La copertina del singolo 45 g.
4)La prima formazione del 1966 al castello del Valentino
5)Live nel locale "West end" nel 1971 con Paolo Melfi al canto
6)Sempre con Paolo in un locale di Diano Marina nel 1973

10:51 AM  
Anonymous Anonymous said...

come sempre tanto di cappello al mister
grande grande grande

Joe

2:49 PM  
Anonymous URSUS said...

Grazie amici...potrei anche allenare la nazionale secondo voi?

Nell'intervista di Enzo c'è un termine che forse solo Cris avrà capito davvero,cioè la parola "Garga" : con tale termine qui si intendono coloro che campano a sbafo sulle spalle di signorine allegre(altrove si dice PAPPONI),in dialetto torinese il vocabolo è GARGA oppure GARGAGNAN...quando ero piccolo sentivo spesso dire "Chjel lì l'è n gargagnan"...col tempo ho capito il significato.

3:20 PM  
Anonymous Anonymous said...

well molto interessante,...non saprei come si dice da noi magnaccia in dialetto ,...penso rufian (come in francese ,breton (rufien) , ladino , furlan e missart) ,...oppure putanér (sempre con la u alla francese) che ha evidenti connessioni celtiche col welsh (gallese) puteinfeistr ,....ma sicuramente ci saranno anche altre espressioni vecchie e più colorite,...anche se da noi era civiltà contadina e i magnaccia eran più rari che in una città come Torino immagino

Mich.

11:39 PM  
Anonymous URSUS said...

Enzo parla degli anni 60,ovviamente... adesso le questioni sono molto cambiate anche nel giro della prostituzione,anche perchè quella nostrana è praticamente sparita.

2:30 AM  
Anonymous Anonymous said...

quella ormai è gestita da papi

X

4:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

Già contattati i Volti su myspace, dove c'è una loro versione di Eleanor Rigby fotonica!
grandi.

pibio

4:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

Grande Ursus!! e grande Mich x la pubblicazione..
garga??hahah!! chiarissimo!
C

5:37 AM  
Anonymous Anonymous said...

ma enzo qual'e'?

7:58 AM  
Anonymous URSUS said...

Credo sia quello più in alto nella seconda foto...

10:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

Un grande saluto ed un GRAZIE di cuore ad Enzo allora!!
Cristiano

5:21 AM  
Anonymous Anonymous said...

il boss Mich mi comunica di possibili suoi problemi a postare i commenti. ma il contingente "Garga" sez Nord Ovest (ursus/cristiano) cerchera' in qualche modo di ovviare l'inconveniente.
stay tuned

Lewis&Clark

6:01 AM  
Anonymous URSUS said...

Mich,trova un tecnico migliore...mi sa che quello perde i colpi,cazzarola!

9:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

hi

1:15 PM  
Anonymous Anonymous said...

cazz. sono un genio, forse ho capito come fottere il problema ed aggirarlo, speroem

1:16 PM  
Anonymous Anonymous said...

cmq grazie Gargagnan,..7 Cristi a Follonica is r'n'r

Mich.

12:12 AM  
Anonymous URSUS said...

Magari fossi garga,non c'ho mai un soldo...però la reputazione è salva(bella soddisfazione!)

A questo punto,trattando il tema BEAT ancora e sempre qui su questi schermi,mi aspetto il ritorno di Vito Vita e di Alessio della boutique67...no?

12:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

intervista fighissima

tonyface.blogspot.com

2:17 AM  
Anonymous URSUS said...

Grazie boss,sempre uniti!

3:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

gargagnanS,prego..
C

3:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

yeh infatti citavo il Mario come nella email

Mich.

4:15 AM  
Anonymous Anonymous said...

yes!! sempre Cristi!!
C

5:07 AM  
Anonymous Anonymous said...

intanto si avvicina il grande momento! Cris inizia a salire l'adrenalina??

pibio

10:08 AM  
Anonymous URSUS said...

Quale momento?

11:05 AM  
Anonymous Anonymous said...

????????

quest'anno vo in ferie a porcolandia
ursus prenotami l'albergo

XELE

3:07 PM  
Anonymous URSUS said...

OK,a Porcolandia non abbiamo camere singole,solo matrimoniali o grosse multiple per le ammucchiate...comunque tutta roba a cinque stelle,con i topi e gli scarafaggi che alla mattina ti portano la colazione:panino imburrato ovviamente...e tanti wurstel.
Ha da venì Peppino!

12:17 AM  
Anonymous Anonymous said...

Pibio..???
parli del festival BEAT???
(non ci saro'..storia lunga)
C

12:48 AM  
Anonymous URSUS said...

Io ci sono stato solo nei primi anni,come espositore di dischi...adesso su facebook ci stanno martellando con il festival,ma Oskar mi dice che a lui non piace più da tempo...

1:35 AM  
Anonymous Anonymous said...

io ci son stato parecchie volte e mi e' sempre piaciuto..se il punto e' che non e' SOLO beat siamo d'accordo ma e' sempre un evento.
E poi ho pranzato coi GONN (alla domenica) e consorti e al Madly ho abbondantemente bevuto birre con Liam Watson
C

4:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

Pretty Things!!

4:06 AM  
Anonymous Anonymous said...

dimenticavo..anche birre con Lenny dei Thanes! simpaticissimo
C

4:07 AM  
Anonymous Anonymous said...

ma nooooo!!! Scusa Pibio sono un po' fuso dal caldo..
Tu ti riferivi sicuramente al 20 LUGLIO!!!! 40 anni esatti esatti..
ho ancora il tuo sms del modulo lunare ottenuto da una 126 verde oliva del '76!!

Ragazzi mi sparano sulla luna!

C

4:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

ho appena scoperto che gli astronauti mettono il pannolone..
che faccio,rischio?
C

5:30 AM  
Anonymous URSUS said...

Quella sera la ricordo bene...ero a casa di mia nonna,a Catania,con mio zio che contava i secondi come Tito Stagno...minkia,son passati 40 anni!

9:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

well Lenny spesso interviene sul forum di Shindig mag e è un grande, sa un casino di musica,...i GONN me li ricordo, uscì qualcosa negli 80s,...poi grandi erano i REMAINS , mi piacciono un casino

Mich.

12:49 AM  
Anonymous URSUS said...

Dei GONN era uscita la ristampa dei singoli anni 60,per la RHINO se non erro...

2:05 AM  
Anonymous Anonymous said...

esatto, era quel periodo in cui uscivano tutti quegli lp,..tipo Louisiana Punk from the 60s ,...comunque grande KARL MALDEN (che era un mio eroe quando faceva Sulle strade di san francisco),...ieri mi son visto "WaterfronT" (Fronte del Porto) , 1954,...avevo già letto il libro di BUDD SCHULBERG ma ottimo il film

Mic

2:25 AM  
Anonymous URSUS said...

ENZO LA MALVA ha pubblicato su youtube un video UNIT FOUR LIVE all'auditorium di Torino,dove canta con una jazz-band...uno swing eccezionale!

3:53 AM  
Anonymous Anonymous said...

Grandissimo Karl Malden!! RIP
C

5:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

Mich consiglio a te e tutti l'ascolto con lettura simultanea del testo del brano "Che Felicita'" di Elio feat.G.Bracardi
C

5:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

Elio di ELIO E LE STORIE TESE???,sarà fatto...by the way Ursus: mi ricordo che quando si studiava a Boulègna si andava ogni tanto (oltre che a cagare! :) ..in qualche negozietto di fumettazzi usati,...c'era anche, tra i tanti, STORIE PESE , dicci quelque chose in meritò

Mich.

5:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

esatto elio e quelle storie li..!!

..mi so rotto li cojoni de la vitaaaa

C

7:23 AM  
Anonymous Anonymous said...

"Sulle strade di san Francisco" capolavoro,...tra l'altro se non ricordo male in una puntata c'era RALPH MALPH (o meglio l'attore) che faceva addirittura il tossico psicopatico haha uno spasso,....peccato solo non abbiano offerto una parte da magnaccia a HOWARD CUNNINGHAM

9:09 AM  
Anonymous URSUS said...

So che c'era un volume chiamato storie pese,ma con protagonista una certa MADADH,personaggio fantasy di Destefanis e Bertilorenzi...la testata non la conosco,mentre conosco STORIE VERE che era un pornazzo noir ma della decadenza,negli ultimi anni 80 il genere era già declassato...
Errata Corrige: Enzo suona il contrabbasso,non canta (lapsus freudiano o transfert che dir si voglia).

9:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

ragazzi
i skizzo verso il mare.....
ci vediamo tra qualche giorno
ciaooooooo

XELE

9:00 AM  
Anonymous URSUS said...

Beata te,io sto qui come al solito...che palle!
Buonissime vacanze.

4:23 PM  
Anonymous Anonymous said...

Buone Vacanze!!....ps: boh non so Ursus, magari si chiamava STORIE NERE ,..boh,non ricordo...invece mi ricordo benissimo uno che si chiamava CORNA VISSUTE haha ...che titulo!!

10:02 PM  
Anonymous URSUS said...

Si,ma come dicevo erano tutti fumetti già in fase decadente,il meglio di quel genere si è avuto negli anni tra il 66 e l'80...dopo di che i film a luce rossa e altre riviste hanno surclassato le vendite dei comics e anche gli autori importanti hanno mollato il settore,con la morte di Angiolini si può dire che sia morto anche il fumetto sexy in Italia,quello POPOLARE intendo,perchè Manara che è esploso dopo(pur venendo da lì)è bravo ma è molto d'elite,un pochino snob persino...

12:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

Manara è un ottimo autore
ma ristampa sempre le stesse cose in tutte le salse

Joe

3:37 AM  
Anonymous URSUS said...

Infatti,solo de IL GIOCO (che personalmente è quello che preferisco) ci saranno perlomeno 20 edizioni diverse...non è che si sforzi molto,praticamente disegna un fumetto ogni 5 o 6 anni.
Al contrario di Crepax che invece ha lasciato una produzione sterminata,particolare ma molto vasta.

8:16 AM  
Anonymous Anonymous said...

Crepax meriterebbe qualunque riconoscimento
già solo per avere disegnato NUDA dei GARYBALDI.........

J

2:48 PM  
Anonymous URSUS said...

Una copertina splendida!
Prima ancora di fare il fumettista,negli ultimi anni 50 e primi 60,aveva illustrato diversi dischi di jazz e il 45 giri I MARZIANI di Edoardo Vianello.
L'esordio di VALENTINA risale al 1965.

2:32 AM  
Anonymous Anonymous said...

il 45 MARZIANI dell'Edoardo non lo conoscevo, un capolavoro indubbiamente,...ieri sera mi sono rivisto quell'episodio da "I Mostri" , Una Vita Da Cani,...haha grandissimo,...è quello del Gassman baraccato che invece di andare a comprare le medicine per il figlio malato va a spendere tutto allo stadio per vedere la Roma,...forzaaa lupaa haha, eccezionale

Mich.

11:21 PM  
Anonymous URSUS said...

Il primo film de I MOSTRI è un capolavoro,mentre il secondo non regge il confronto secondo me...

Ho fatto un po' di casino: I MARZIANI era di Peppino di Capri e i suoi rockers,annata 1963.
Sto perdendo i colpi anche io,ho fatto confusione con i watussi che non c'entrano nulla.
Devo andare in pensione...

12:53 AM  
Anonymous Anonymous said...

beh, il primo PEPPINO DI CAPRI , quello di fine anni 50/ primi anni 60 era grandioso , fece anche "Teach You To Rock"

Mich.

1:10 AM  
Anonymous URSUS said...

Il Buddy Holly italiano...mi piacciono molto anche i suoi pezzi più melodici tipo ROBERTA,IERI ecc.
e la versione italiana di GIRL dei Beatles.

un grande!

3:08 AM  
Anonymous Anonymous said...

cameriere..champagne!!
dove lo mettiamo eh?
C

5:28 AM  
Anonymous Anonymous said...

in culo?

7:41 AM  
Anonymous Anonymous said...

yeh esatto, quel periodo,straordinario...negli 80s poi ci fu come ricorda Cristiano "Sciampaggna",...uno dei cavalli di battaglia del Molleggiato ceppalonico (molleggiato nel senso che c'ha na panza !!)
ps: a proposito di panze,...ho visto che l'allenatore della Under 21 tedesca è il Grande HORST HRUBESCH,...erano anni che non lo si vedeva,...e PAUL MARINER where is ???...e il ciclista RIK VAN LINDEN??

Mich.

9:09 AM  
Anonymous URSUS said...

A me basterebbe sapere dov'è Wally Boffoli...

12:23 AM  
Anonymous Anonymous said...

che di pancia sta bene pure lui

3:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

minchia HRUBESCH..un vero panzer (stile Magilla Gorilla)
e GRAPE APE? noi si diceva "Greipei"!!
C

3:41 AM  
Anonymous URSUS said...

Cri,qualcuno ti ha chiesto di me al FESTIVAL BEAT?

Ho visto i video dei Pretty things:
belli tosti,malgrado l'età,boia faus!

3:55 AM  
Anonymous Anonymous said...

Non ci sono potuto andare,ursus..
C

5:21 AM  
Anonymous Anonymous said...

...yeah poi ricordo altri bomber del periodo tipo KLAUS FISCHER dello Schalke 04 e DIETER MUELLER del Koln,....e anche KEES KIST dell'Az 67 of course,...poi c'erano i due bomber dell'Ungheria,...come si chiamavono?? TIBOR NYLASI e LASZLO FAZEKAS???...oops qual'è GRAPE APE????non ricordo ...ma ricordo benissimo ADOLFO CELI in Sandokan, cattivissimo

Mich.

5:44 AM  
Anonymous Anonymous said...

cazzzo e' vero! Lord Brook!! cattivissimo e spietato. invece il grande P Leroy faceva yanez no?

Nylasi lo ricordo! era altissimo coi capelli bruni e lunghi, un po alla Kermit dei Mercenary God (che paragoni..)

Grape Ape era quel cartoon..era un gorilla viola che ripeteva Greipei!!(grape ape)..noi eravamo bambini ma non e' che avesse spopolato troppo!!
e Kipiani?
C

6:46 AM  
Anonymous URSUS said...

Grape Ape non me lo ricordo,io sono rimasto a Magilla gorilla...
vado a cercarlo,eventualmente.

9:42 AM  
Anonymous URSUS said...

Ahh,eccolo...ora lo rammento,era quello gigantesco con l'amico cagnolino.
Hanna e Barbera hanno fatto davvero una marea di personaggi!

9:44 AM  
Anonymous Anonymous said...

esatto, giocava nell'AUSTRIA WIEN che ci buttò fuori dalla Uefa dopo che KONCILIA parò l'imparabile,...poi ricordo che il centravanti dell'Ungheria ai mondiali 78 si chiamava TOROCZIK, li battemmo 3-1 mi pare con reti di PABLITO ROSSI e Cabeza Blanca BETTEGA
Mich.

12:34 AM  
Anonymous Anonymous said...

e oleg blokin?
C

12:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

grandissimo, segnava come un dannato,...poi andò a giocare anche in Austria credo, come Er Principe GIANNINI e.. N'KONO???

Mich.

1:04 AM  
Anonymous Anonymous said...

era il portiere del camerun no?
nei mondiali dove "giganteggiava" (x usare un termine alla Pizzul)MILLA!
C

2:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

Quiroga invece era il portiere del Peru?

2:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

yes, tra l'altro pare che il GRande ROGER MILLA quando giocava avesse 58 anni, ma ne dichiarava solo 54!!...

Mich.

2:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

latri fuoriclasse..e noi che ci dobbiamo accontentare di trentacinquenni tutti rotti e dello "zio" bergomi..
C

4:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

!grande lo ZIO BERGOMI,,.. ma anche SOEREN SKOV dell'Avellino non era niente male,...e VIOREL NASTASE del Catanzaro,...senza dimenticare MIRNEGG del Como e ZMUDA dell'HELLAS Verona!

Mich.

5:31 AM  
Anonymous Anonymous said...

Grandissimo ZIO! e ZMUDA una roccia, Simonsen l'hobbit del Borussia M??
C

8:00 AM  
Anonymous Anonymous said...

grandissimo, 76 reti in Bundesliga col Borussia Moenchengladbach,....alla fine giocò anche svariati anni in patria col Vejle BK ,...poi non lo sapevo: dal 1994 al 2001 è stato manager della nazionale delle FAR OER

Mich.

10:12 AM  
Anonymous URSUS said...

E Pasquale Bruno
detto ANIMALE
..............

11:20 AM  
Anonymous Anonymous said...

grandissimo, haha mi ricordo una sua sceneggiata isterica durante un derby mi pare,...una scena cult , da antologia del pop ,..tra l'altro essendo io un fan dello scottish football , credo addirittura che Pasquale poi abbia giocato in Scozia , forse negli HEARTS OF MIDLOTHIAN o nell'ABERDEEN , controllerò

Mich.

12:57 PM  
Anonymous URSUS said...

Il derby lo ha fatto da ambedue le parti,perchè dalla Juve passò poi al Toro...lo mandavano in campo per azzoppare gli altri.
Una volta venne da me in negozio per comprare "Parsifal" dei Pooh,
la belva umana!

2:25 PM  
Anonymous Anonymous said...

Cazz.. momenti EPICI del rock&roll..o ANIMALE che compra Parsifal!!!
Ricordo la sceneggiata nel derby ed effettivamente lui come altri son passati senza tanti problemi all'altra parrocchia (toro-juve x capirci)
C

12:50 AM  
Anonymous Anonymous said...

woww il Pasquale Bruno un fan del progressive ? chi l'avrebbe mai detto?...adesso non verremo mica a sapere che il Mitico BEPPE FURINO era un metallaro ??

Mich.

12:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

non credo..con quella biffa il vecchio "Furia" non poteva essere che un Punk 77..cose tipo gli Adverts,Lurkers ecc

o Animale forse pensava che parsifal contenesse "Pensiero"..non restare chiuso qui Pensieeeroooo..e intanto giu' mazzate
C

1:55 AM  
Anonymous Anonymous said...

probabile hehe,..cmq magari presto un post dedicato al Mito PASQUALE BRUNO
ps: pensandoci bene, l'unica pecca della mia discoteca è che non ho neanche un disco di CHRISTIAN

Mich.

1:59 AM  
Anonymous Anonymous said...

ahiahiahi...manco io pero'.
in compenso ho i Ricchi e Poveri e l'inno della germania mondiale 74 con foto di gruppo!!
C

3:22 AM  
Anonymous URSUS said...

La gente comincia ad andare in ferie...come al solito resteremo in pochi a tenere alta la bandiera della popart,anche in estate.

Duri e puri,come sempre!

3:48 AM  
Blogger pibio said...

Yeahhh!
pop art on the moon!
tra l'altro segnalo giovedì 16
MOJOMATIC + HOME + TEMPONAUTS
A Piacenza, Spazio4.

4:22 AM  
Anonymous Anonymous said...

e si fratelli..come ogni anno. io saro' via ad agosto,spero..
teniamo alta la "Bandiera" neh!
C

5:26 AM  
Blogger Michel said...

...l'importante però è che la bandiera non sia non sia l'arnese di una delle Sorelle bandiera haha !!

3:01 AM  
Anonymous URSUS said...

Porcolandia magna civitas...

4:19 AM  
Anonymous Anonymous said...

noi tutto "nature" ursus..i filmetti li lasciamo ai Wankers!!hahah!!
C

2:20 AM  
Anonymous URSUS said...

No...filmetti no!
I miei sono disegni animati,non pornazzi da 4 soldi...è diverso,please!

Il pene mi da il pane...ah!ah!

5:22 AM  
Anonymous Anonymous said...

imparato molto

8:03 AM  

Post a Comment

<< Home

Blogarama - The Blog Directory links