Saturday, February 17, 2007

POCO " A Good Feelin' To Know" 5° LP (Epic , 1972)











Lately sono piuttosto "intrippato" con il country-rock d'annata.
I POCO sono state una delle più sensazionali bands di quell'ondata early 70s , producendo alcuni dischi fantastici che ancora sanno regalarmi tenui afflati di "positive vibrations".
La band era nata nel 1968 a Los Angees , dallo scioglimento dei BUFFALO SPRINGFIELD, dei quali i 2 chitarristi dei POCO (JIMMY MESSINA e RICHIE FURAY) erano stati membri.
A Messina e Furay si unirono RUSTY YOUNG (pedal steel guitar), GEORGE GRANTHAM (drums) e il bassista RANDY MEISNER (che apparirà solo però nei "credits" del 1° lp e si unirà poi agli EAGLES, sostituito nei POCO da TIMOTHY B. SCHMIT).
"A Good Feelin' To Know" , che mi sono appena ascoltato, è il 5° lp della band.
A quell'epoca MESSINA aveva già abbandonato la band (per formare il celebre duo rock LOGGINS & MESSINA), ma il disco, pur non riuscendo a raggiungere un successo eclatante ( arrivò attorno alla 65a posizione nelle charts di BILLBOARD); è comunque delizioso.
Tra le tracks che preferisco vi segnalerei " Ride The Country", splendido country-rock tune, dove la steel guitar di Rusty Young, le "falsetto harmonies" di PAUL COTTON (sostituto di MESSINA) ,l'atmosfera younghiana" e le parti corali concorrono a formare un tutto armonico che non potrà non emozionare gli amanti di C.S.N.Y. o del Neil YOUNG più elettrico.
Splendida "I Can See Everything", acustica e sognante, scritta da Timothy Schmit, che uscì anche su singolo, precisamente come b-side di " Go And Say Goodbye", altra piccola gemma, pura "country-rockin'" version (con great pedal-steel)della vecchia canzone dei BUFFALO SPRINGFIELD , scritta da STEPHEN STILLS.
Altre 2 canzoni che uscirono su 45 e che considero tra le più riuscite del disco sono la narcolettica "Early Times" (scritta da PAUL COTTON, ancora deliziosi i choruses); e la title track "A Good Feelin' To Know", una delle mie canzoni country-rock preferite di tutti i tempi. Incantevole.
"And Settlin' Down"e "Keeper Of The Fire" sono invece decisamente più rockeggianti e inferiori alle tracks succitate.
Conclude lo slow "Sweet Lovin'" , track che ci riporta in toto alle armonie ariose e innocenti degli early 70s ; armonie che ora, purtroppo, sembrano essere scomparse con la digitalizzazione e la uniformizzazione percettiva della MTV -video addicted generation.
In definitiva :non il miglior album dei POCO ma comunque BELLISSIMO disco.
MIchele Ballerini

(attached anche le sleeves dei 2 45 giri tratti dall'album ( "A Good Feelin' To Know/ Early Times" e " Go And Say Goodbye / I can see Everything" , taken from
http://www.geocities.com/pocolegacy/ più una versione "promo 7"" di "Go And Say Goodbye"








Labels:

42 Comments:

Blogger pibio said...

e parafrasando quei cazzari della microsoft, di loro si puo' dire solo "WOW"...

11:40 AM  
Anonymous Anonymous said...

yes, ho cominciato ad ascoltarli solo da un paio di anni ma mi piacciono davvero moltissimo, tutti i loro primi 6-7 album sono ottimi
Mich.

1:32 AM  
Anonymous Anonymous said...

ma non e' musica un po troppo da cow-boys?

2:11 AM  
Anonymous Anonymous said...

no no, niente a che fare col "western swing",...la seconda sembra il NEIL YOUNG elettrico sputato ,....comunque non vedrei male il Mitico "Tex" Mazzocchi nei POCO,..anche se gli difetta un pò la capigliatura per gli standard country-rock :)
Mich

3:27 AM  
Anonymous Anonymous said...

mah..sara' che a me Neil Young non e' mai piaciuto molto (e quindi il paragone non e'particolarmente lusinghiero..)..
E poi la storia inizio' proprio con Mazzocc in Arizona (incornato dal bove..)..
Occhio pero: la musica da cowboys e' insidiosa..magari non sembra ma lo e'..

Woundede Knee

5:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

..melodie aeree, praterie sconfinate," bistecche alte tre dita con una montagna di patatine intorno" (Kit Carson, opera omnia);...Tex Willer che strapazza un lardoso politicante o uno squallido venditore di whiskey "torcibudella" agli Apaches,e , ..soprattutto, nessun politico italiano nel giro di miglia e miglia e miles,,,...yeah , queste sono visioni edeniche,..w il Wild West :)
Mich.

5:58 AM  
Anonymous Anonymous said...

molte canne?

6:38 AM  
Anonymous Anonymous said...

peyotl!

pibio

7:36 AM  
Anonymous Anonymous said...

anche rospi allucinogeni, noce moscata, bucce di banana, aspirina e cocacola..

7:56 AM  
Anonymous Anonymous said...

o come cantavano gli Eagles.."warm smell of COLITAS.."

7:57 AM  
Anonymous Anonymous said...

..altro che allucinogeni del West,..qui la vera drogata è certa web-stampa italiota: leggo , nell'ordine, che Britney Sperms si è rapata; che "il festival di sanremo sarà più forte della pirateria quest'anno",...che "i Facchinetti (padre e figlio) preparano il festival"(????) e che la Canalis ha un nuovo uomo,....CHI DAMNNN SE NE IMPIPPPA di COSTORO???...l'Italia è sull'orlo del "collasso climatico" e noi dovremmo fregarcene di costoro??...ma PER FAVOREEEE!
Mich.

8:02 AM  
Anonymous Anonymous said...

Grande Zucchero che ha definito Pippo baudo "UNA MERDACCIA" (ovvio che sarebbe stato di diverso parere se non avessero bocciato la figlia alle selezioni..)
W LA REPUBBLICA DELLE BANANE!
C

12:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

yeah, infatti credo che abbia dato quella definizione solo per la bocciatura della figlia:),...l'avesse selezionata l'avrebbe come minimo definito l'EURIPIDE della canzonetta italiana!...da parte mia potrei guardare Sanremo soltanto se lo conducessero RIC E GIAN o PIPPO SANTONASTASO!...e se l'orchestra fosse condotta dal Maestro Do Nascimiento!
Mic.

12:39 AM  
Anonymous Anonymous said...

idem...con siparietti del grande JACK LACAYENNE!!

2:29 AM  
Anonymous Anonymous said...

.. e AWANA GANA ai bongo!
Mic.

2:50 AM  
Blogger Pasquale Wally Boffoli said...

Michele ha ragione....
I POCO sono stati una delle migliori bands della stagione d'oro del country-rock....
capisco la ritrosia e la prevenzione di molti lettori ed amici di questo blog, né voglio pontificare...ma sapete a 54 anni é un pò difficile non farlo !!!
Mi stupisce ancora una volta l'APERTURA MENTALE di Michele Ballerini....
apertura che é da pochi, credetemi !
Ed allora : Poco, Buffalo Springfield, New Riders of Purple Sage, Flying Burrito Brothers, Gram Parsons (molto intrigato con i Rolling a suo tempo !), Byrds....Gene Clark, Manassas, Neil Young ragazzi (per i più giovani !)....scopriteli...
del resto a chi pensate si siano anche ispirati negli anni '80 Long Ryders,Rain Parade, DB's, Windbreakers, Dream Syndicate, Geen On Red ?

4:50 AM  
Anonymous Anonymous said...

sagge parole Pasqualone,...yeahhh,..Gram Parsons , I new Riders of The Purple Sage, la International Submarine Band,...quelle erano bands, e infatti LOng Ryders e Green On Red in primis si sono ispirati moltissimo a loro,..w le country rock delights!!!...credimi Cristiano,quelle country-rock dei 70s eran grandissime bands, nulla a che fare col country & western
Mich.

5:09 AM  
Anonymous Anonymous said...

Cari amici lo dicono appunto in reciproca stima ed amicizia once again..ma se a uno non piace (granche') la voce lagnosa di Neil Young che ci puo' fare?
Sentirsi in colpa? no di certo.
Sentirsi dare del "chiuso" mantalmente? e' quello che succede..
Fregarsene? abbastanza..
Far pero' tesoro di cio' che i gusti di persone stimate consigliano ed evidenziano? Pure.

Hip Hip Giddap, then..
Cristiano

5:45 AM  
Anonymous Anonymous said...

cari amici "lo dico" (scusate ma ultimamente molti errori di battitura
C

5:46 AM  
Anonymous Anonymous said...

haha:) ma figurati, non credo che Pasquale volesse dare del chiuso mentalmente proprio a te, parlava solo in generale da nostalgico di quelle great bands ...tra l'altro anch'io i POCO li conosco solo da 2 anni,ma li amo molto ora..cmq visto che conosci molto bene i LONG RYDERS fatti registrare se ti capita Gram Parsons o i dischi più "country" dei Byrds o i New Riders Of The Purple Sage e ci vedrai affinità,...
Mich.

6:05 AM  
Anonymous Anonymous said...

E' proprio il trovare questo genere di affinita' che mi ha sempre permesso di espandere le mie conoscenze proprio alla luce dei suggerimenti che ci si scambia!
Un saluto quindi al mitico pasquale..
Keep on rockin'..o quello che e'!
cristiano

7:54 AM  
Anonymous Anonymous said...

,,,infatti, il bello è questo, anch'io credo di sapere un casino di musica, però ogni giorno si impara qualcosa,..se poi questo qualcosa è la SCHOLA CANTORUM!!!...è vera Cultura! (haha!)
Mich.

2:16 AM  
Anonymous Anonymous said...

Prendimi sul serio..cerca questo brano "Lella" e dimmi cosa ne pensi..questo e'vero SUB-POP!

La cosa che ogni tanto mi colpisce (ma solo perche' io sono fatto cosi, e di consuguenza caspisco il discorso di Big Pasquale)..la poca curiosita ,appunto, che ritrovo ogni tanto su certi "fans" (diciamo cosi).
Mi spiego..se io un bel giorno conosco i JAM e mi piacciono,sempre di piu', per me e normale (quasi un bisogno) andare a cercarmi le loro fonti di ispirazione (indipendentemente dal fatto che poi mi piacciano e di conseguenza abbia o meno voglia di approfondire.).
Cerchero' quindi nella musica 60s i gruppi beat, gli Who e Small faces, la motown e la Stax etc etc etc..
Non so ma a me sembra naturale..(e come convenivi anche tu apre molte altre strade e conoscenze e di conseguenza..MUSICA!)
C

4:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

ok cercherò quel brano, dove si trova?....per l'altro discorso, yes, anche per me una delle cose più appassionanti (sarà per la mia natura e studi "storiografici") è andare sempre a ricercare le origini delle cose, dal pop al linguaggio,..cmq sempre W i JAM e gli XTC
Mich.

4:57 AM  
Anonymous Anonymous said...

ADORO GLI XTC. LA QUINTESSENZA DELLA BRITANNICITA'IN MUSICA!!

Sono indeciso, ma conoscendomi so come andra' a finire, sull acuisto dei volum,i di Fuzzly Warble..vedrem!

(il brano della SCantorum credo tu possa trovarlo su qualche raccolta da "supermercato"o scaricare..try it!)

Cristiano

5:40 AM  
Anonymous Anonymous said...

perfect, i'll try, i love italian pop of the 70s
mich

6:36 AM  
Blogger pasquale boffoli said...

vai Cristiano...che sei sulla buona strada, ottima direi !
E poi mica ce l'avevo con te...

5:43 AM  
Anonymous Anonymous said...

ehi pasquale lo so..no problem!
The beat goes on, bro.

Mich,ieri ti evocavo poiche' in uno di quei big contenitori da supermarket mi e' apparso "lui"!
Un cd della schola cantorum!
non ho resistito.
e' un the best (ehm..proprio best non direi..)
Il ridicolo e' che sono quelle edizioni "modernizzate", praticamente tipo con le basi e il singer (coi cori) che canta..hai presente una m#rda?
ecco. Uguale.
ma c'e' la stupenda e "cattivissima" Lella ed il tipo la canta proprio in romanesco (una specie di venditti dei poveri, insomma).
"Lella" al posto dell'inno di Mameli subito!
Cristiano

4:46 AM  
Anonymous Anonymous said...

yess, conosco la fregatura,...io ho una tape di KIM dei CADILLACS,con basi modernizzate, una cagata pazzesca,...però quel "Lella" la vojo sentì
Mich

5:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

Kim and the cadillac!
A dire il vero mai piaciuti, ma un tot di anni fa l'ho visto esibirsi in una birreria qui vicino!
Immaginati una folla di amici coi vecchi dischi da far autografare!
C

5:52 AM  
Anonymous Anonymous said...

..peccato non ci fosse anche LITTLE TONY!!!!...com'è che si chiamava il successo da hit parade dei KIM & THE CADILLACS??? mah,..quella tape che ho io è una solista di KIM con classici r&r arrangiati "light" alla cazzo di cane come si dice qui da noi
Mich.

6:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

anche qui si dice cosi..o per i meno animalisti e meno politically corrcte esiste pure l'espressione "alla cazzo di buddha" (so sorry!)..
Anyway, che poi il famoso KIM non era altro che un tedesco che chiamavano pure The Viking..(una prova in piu del dubbio gusto teutonico), mentre quello biondo nei 6os aveva un gruppo beat "the Renegades" di cui ho un paio di 45 (il loro pezzo piu famoso credo che fosse "john Fitzgerald Kennedy", una ballad dedicata appunto al President).

Mah..dei Kim&thre Cadillacs io ricordo solo un rockkenroll che si chiamava "Gerry&the Pipkins" mi sembra. forse e' stato il pezzo piu famoso ma non ci metterei il"pipkin"sul fuoco..
C

7:49 AM  
Anonymous Anonymous said...

ah wow era nei RENEGADES?? quel gruppo beat inglese stabilitosi in Italia you mean?? questa non la sapevo , thanx you,...dei KIM & THE CADILLACS ricordo un brano in hit parade quando ero un ragazzino , mm controllerò il titolo
Mich.

8:37 AM  
Anonymous Anonymous said...

..il 45 in hit parade (circa 1980) di KIM & THE CADILLACS si chiamava "Stop",...nel 1982 replicarono con "Don't Stop Twist"...per la serie "la Fantasia al Potere" !
Mich.

1:02 PM  
Anonymous Anonymous said...

cosi sui due "pipkins" non li ricordo..certo che fantasia !
magari trovo anch'io qualche tape TAROCCA e la sento..

Comunque si, il biondo era nei Renegades poi appunto stabiliti in Italia come vari altri

12:24 AM  
Anonymous Anonymous said...

Allora ragazzi, premetto che mi fa molto piacere sapere che a distanza di tanti anni si parli ancora di THE RENEGADES and THE KIM AND THE CADILLACS ..
Ci tengo pero' a precisare un paio di cose.
Kim e' il biondo si, ma non e' il VIKINGO, Kim e' Kim e basta (Kim Brown). Era il cantante, non che sex symbol dei RENEGADES. I renegades erano composti da Kim Brown, Graham Johnson (batterista) e Ian Mallet(bassista)Denys Gibson (chitarrista) qust'ultimo e' stato poi rimpiazzato da Mick Webley.
Poi il gruppo si e' sciolto ed alcuni componenti hanno deciso di formarne un altro con il nome THE KIM AND THE CADILLACS! Nel gruppo capitanato da Graham Johnson come manager sono rimasti Kim e Mick ai quali si sono aggiunti nuovi componenti,e tra questi anche Trutz soprannominato the Viking, ed e' lui il tedesco!! Kim, cosi' come tutti i componenti dei RENEGADES,e' inglese (piccola cittadina in provincia di Bimigham).
Il pezzo di gran successo e' Cadillac e Jerry and the Pimpinks risale ai Kim and the cadillacs (oltre tutto quel mostriciattolo che si sente piangere all'inizio dela canzone e' mio fratello~!)

Se vi interessa poi vi passo ulteriori info!
Ciao

Wendy

7:03 AM  
Anonymous Anonymous said...

well Wendy, se tu volessi scrivere una storia dei RENEGADES poi la potrei pubblicare in un post a sè stante, ...quando vorrai potrai mandarmela per email,...io dei RENEGADES ho solo il singolo "Uomo Solo/ Take A Message" su una compilation e sono davvero 2 grandissimi pezzi, sia il lato a che il B (anno 1967)
Mich.

7:40 AM  
Anonymous Anonymous said...

Ok Mick, mi farebbe molto piacere scrivere una sorta di biografia sui renegades. Come faccio ad avere la tua e-mail?
Sono contenta che quel singolo ti piaccia :)

Wendy.

1:16 PM  
Anonymous Anonymous said...

perfect Wendy, siamo tutti curiosi di leggerla,...yeah, quel 45 giri è fantastico,...il mio email: longryders@gmail.com a prest
Mich.

10:22 PM  
Anonymous Anonymous said...

Ciao Wendy!
che piacere trovare una fan cosi!
e grazie x le correzioni!
ma la prima curiosita e': come ha fatto tuo fratello a finire in quel disco?
tienici sempre info allora!
love
Cristiano

2:51 AM  
Anonymous Anonymous said...

Wendy, Mich, e aggiungo:
anch'io ho quel 45 dei renegades..molto molto bello.
una curiosita: leggendo la discografia noto u "un giorno tu mi cercherai". E' la stessa dell'Equipe 84?
( prima versione italiana di "wanna pray").
tanx

cristiano

5:12 AM  
Anonymous Anonymous said...

sì penso che sia proprio quella, grandi i cori,..anno 1966
Mich.

5:30 AM  

Post a Comment

<< Home

Blogarama - The Blog Directory links